Condividi:

È stato approvato quest’oggi, nel corso della I Commissione consiliare, un atto di indirizzo per l’adozione di ulteriori correttivi all’isola pedonale di Torre Faro e ai provvedimenti viabili in vigore dal 10 Giugno fino al prossimo 15 Settembre. Il documento, approvato con sette voti positivi e tre contrari, è stato redatto con l’apporto di cittadini, associazioni e commercianti, che hanno presentato le loro istanze, e sarà discusso nei prossimi giorni in Consiglio comunale.

“L’obiettivo è quello di risolvere le tante criticità riscontrate e di
venire incontro alle esigenze di residenti, turisti e attività
commerciali, come previsto da un emendamento approvato in fase di
delibera, che prevedeva una verifica del buon andamento delle modalità
di pedonalizzazione a distanza di 15 giorni dall’entrata in vigore delle
disposizioni.

Quattro i correttivi previsti:

1. Consentire l’utilizzo gratuito del parcheggio Torri Morandi, di
proprietà del Comune di Messina, ai residenti del villaggio Torre Faro;
2. Istituire il servizio bus navetta con partenza e arrivo al parcheggio
di interscambio Torri Morandi e lungo il percorso dell’isola pedonale
con biglietto integrato del parcheggio e del bus pari 2,50 euro h 24 per
ogni autovettura;
3. Pass residenti e proprietari di immobili da utilizzare per tutte le
vie del villaggio, ad eccezione dell’isola pedonale, attraverso
l’istituzione di parcheggi dedicati tramite segnaletica orizzontale e
verticale;
4. Istituzione della zona a traffico limitata per tutto il villaggio di
Torre Faro, ad eccezione dell’area interessata dalla pedonalizzazione.

“Riteniamo che le modifiche apportate in corso d’opera
dall’Amministrazione – spiega la capogruppo del M5s Cristina Cannistrà,
che si è occupata di redigere il documento per conto della I
Commissione, facendo una sintesi delle proposte avanzate da tutte le
parti in causa, dai cittadini alle associazioni del territorio – siano
in palese contrasto all’Atto di indirizzo votato dal consiglio comunale
e che non rispondano alle esigenze manifestate dalla cittadinanza
residente, in particolare per quanto riguarda il costo del parcheggio
Torri Morandi e il mancato rilascio del pass residenti, con relativo
parcheggio dedicato nelle vie del villaggio. Le criticità sono sotto gli
occhi di tutti ed è fondamentale correre al più presto ai ripari per
mettere una pezza ai tanti errori commessi dall’Amministrazione”.

Sotto la lente della pentastellata anche la mancata attuazione della
Zona a Traffico Limitata, più volte richiesta dal Gruppo consiliare con
il supporto del meetup Grilli dello Stretto: “In base a quanto riferito
dalla Giunta, in assenza del Pgtu non è stato possibile istituire i
varchi elettronici per il controllo degli accessi, il cui controllo
sarebbe spettato alla Polizia Municipale e/o alla Polizia Metropolitana,
‘sotto organico e impossibilitati a garantire la gestione della ZTL in
maniera costante ed efficace’. La situazione, tuttavia, è ben diversa,
dato che, contrariamente a quanto dichiarato, già adesso vengono
impegnati numerosi agenti della polizia municipale e della protezione
civile, che potrebbero controllare benissimo anche gli accessi della
istituenda e provvisoria ZTL”, conclude.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.