Messina. Turismo e cultura: manca una visione di insieme

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Si è riunita oggi, la V Commissione consiliare Scuola e Politiche culturali, presieduta dal consigliere comunale Pietro La Tona, alla presenza di Filippo Grasso, docente universitario in Scienze del Turismo dell’ Ateneo messinese. Oggetto dell’incontro, il  rapporto tra turismo e cultura.

Da quanto discusso stamane, se da un lato è emerso un incremento importante delle iniziative in campo culturale e turistico, svolte sia da istituzioni pubbliche sia da operatori privati, dall’altro si  è registrata la mancanza totale di una visione d’ insieme e soprattutto di una regia ed un coordinamento. È necessario avere un’idea precisa del territorio, dei suoi beni culturali e paesaggistici in modo da rafforzare l’identità e la storia della nostra città e al contempo far diventare questo patrimonio occasione di reddito interno.

Diversi i suggerimenti messi sul tavolo da Filippo Grasso, come la ripresa dell’attività della Consulta cittadina per la Cultura ed il Turismo, l’utilizzo dell’imposta di soggiorno per supportare gli operatori turistici, la realizzazione di un osservatorio turistico e la predisposizione degli itinerari tematici che possano guidare anche i croceristi-escursionisti che sbarcano in città ad una visita ragionata e guidata.

La Commissione, partendo da questi spunti, sta predisponendo un Piano Regolatore Generale della Cultura e del Turismo da sottoporre come atto di indirizzo all’Amministrazione comunale come linea guida di intervento su questi settori importanti per lo sviluppo di Messina. Dalla messa in rete del patrimonio esistente, dalla sinergia pubblico-privato, dal coordinamento svolto dal Comune, possono nascere importanti progetti di sviluppo che da un lato tutelino i beni culturali e paesaggistici esistenti e dall’altro li mettano a supporto di uno sviluppo economico necessario e non più rinviabile.

La Commissione ha concluso i lavori con un ricordo della figura di Sebastiano Tusa, archeologo di fama mondiale, nonché assessore regionale ai Beni Culturali, scomparso nei giorni scorsi.

Livia Di Vona

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.