Messina. Valorizzazione e rilancio del patrimonio culturale messinese. Amministrazione e privati cercano soluzioni

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Confronto, stamane a Palazzo Zanca,  sulla valorizzazione dei beni culturali di Messina. Amministrazione e privati si impegnano in questo percorso, con proposte, come una conferenza permanente in collaborazione con la Soprintendenza, che valorizzino e rilancino il patrimonio culturale anche dal punto di vista turistico.

Alla presenza degli assessori alla Cultura Roberto Vincenzo Trimarchi ed al Turismo Dafne Musolino si è svolto oggi,  un incontro convocato dall’Amministrazione comunale con la Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali e con le associazioni messinesi del settore, avente lo scopo di individuare un percorso per la valorizzazione dei beni turistici della città. Al confronto hanno partecipato la neo soprintendente ai Beni Culturali Mirella Vinci; per la delegazione FAI Messina Giulia Miloro; per Archeoclub Messina la segretaria Rosanna Trovato; Elisabetta Baradello presidente del Lions Club Messina Host; Franz Riccobono degli Amici del Museo; Domenico Interdonato dell’UCSI Messina; Rosario Lo Faro dell’associazione Aquilone onlus; Matteo Allone dell’associazione Centauro onlus; Pippo Trimarchi editore di Tempostretto; Mario Sarica del Museo Popolare dei Peloritani; e Nino Principato di Bioarchitettura.

“Partendo dalla Badiazza – hanno sottolineato gli assessori Musolino e Trimarchi – che nei giorni scorsi è stata trovata chiusa, in occasione della scopertura della targa celebrativa che l’ha eletta ‘Luogo del cuore messinese’, abbiamo introdotto il tavolo ricordando le ragioni della convocazione che riguardano la collaborazione tra Comune, Soprintendenza e associazioni coinvolgendo anche i privati per la valorizzazione e la promozione dei siti turistici attraverso la realizzazione di linee guida e di progetti. Dopo vari interventi dei partecipanti al tavolo, ha preso la parola la neo soprintendente di Messina Mirella Vinci con cui ci siamo congratulati per la recente nomina che ha apprezzato le finalità dell’incontro.

Ha proposto per la valorizzazione dei beni culturali comunali di costituire una conferenza permanente in sinergia con la Soprintendenza per la formulazione di un calendario per l’individuazione dei percorsi turistici cittadini dando anche la propria disponibilità a partecipare alla conferenza.

In merito alla Badiazza sono emerse importanti novità, confermate dall’architetto Vinci, relative all’esistenza di un finanziamento di 2 milioni e 400mila euro sul triennio 2019/2021 e che questo progetto riguarda il consolidamento strutturale, degli impianti ed il restauro dell’antica chiesa. Nell’attesa dell’esecuzione degli interventi il soprintendente ha aderito alle proposte del Comune e delle associazioni di rendere fruibile il sito, individuando un percorso in sicurezza per gli operatori e per i turisti e prendere contezza dello stato dei luoghi particolarmente ammalorato. E’ stato concordato un nuovo sopralluogo per venerdì 12, alle ore 9, per procedere all’individuazione di un percorso sicuro per accedere al sito, elaborare un accordo di programma per la pulizia del sito e programmare interventi di riqualificazione del fabbricato. Grande soddisfazione è stata espressa a nome dell’Amministrazione comunale per la disponibilità dei partecipanti al tavolo ad una sinergica programmazione turistica. In tempi brevi – ha concluso la Musolino – provvederò alla costituzione della conferenza permanente coinvolgendo anche gli operatori turistici”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.