Condividi:

E’ stata avviata, la fase propedeutica agli interventi di restyling e messa in sicurezza di Villa Dante per i quali nella variazione di bilancio 2020/23 il Consiglio Comunale ha destinato un importo complessivo di circa 900 mila euro.

Il Dipartimento dei Servizi Tecnici di Palazzo Zanca, diretto dall’ ing. Antonio Amato, ha aggiudicato l’appalto per la progettazione esecutiva, la direzione dei lavori e il coordinamento per la sicurezza dei lavori ad un team di quattro professionisti: l’arch. Giuseppe Marotta, l’ing. Lorenza Palmeri, l’agronomo dott. Salvatore Salpietro e l’arch. Francesco Pintaudi.

Gli interventi previsti dal capitolato d’appalto, per l’importo di circa un milione di euro, riguardano la ristrutturazione di tutti gli immobili ricadenti nella struttura, le attrezzature e gli impianti presenti all’interno della stessa.

In un documento congiunto a firma del Segretario del Circolo PD Dott. Antonino Labate e il Consigliere PD della 3 Circoscrizione A. Sciutteri si lanciano delle proposte: “In particolare, i lavori dovrebbero prevedere l’adeguamento di vari impianti elettrici, dei giochi d’acqua (?), di sollevamento acqua dal pozzo interno; nonché la manutenzione della recinzione in legno del perimetro della vasca con relativa impermeabilizzazione della stessa; la manutenzione dell’impianto di irrigazione ed il ripristino dell’impianto di video-sorveglianza in buona parte manomesso da atti vandalici.

Al di là di questi interventi, ma non è questa la sede opportuna di discussione, nulla è stato accennato riguardo la gestione della Villa, delle aree verdi, degli impianti sportivi e delle strutture fino ad oggi inutilizzati o gestiti in modo inadeguato. Gestione in house, gestione privata, forme miste di co-gestione, convenzioni di gestione con Società Sportive o Culturali, con Associazioni di Volontariato? Nulla è dato sapere, “Questo è il futuro (neanche tanto) dilemma”, come evidenziato dallo stesso redattore nell’articolo sulla Gazzetta del Sud.

Il Direttivo del Circolo PD della 3 Circoscrizione, competente per territorio, che aveva già con nota del 13-12-2020 sollevato il problema agli organi competenti, preso atto dell’avvio della fase progettuale propedeutica agli interventi da realizzare e dell’assoluta mancanza di previsione di interventi relativi all’accessibilità alla struttura e alla sicurezza (eccezion fatta per il parapetto in legno a protezione della vasca),confrontatosi con tesserati, amici e simpatizzanti, valutate le criticità ed i disservizi in atto esistenti, ha predisposto il seguente elenco di azioni necessarie al fine di rendere fruibile ed in sicurezza Villa Dante.

Pur coscienti che la realizzazione di tutte le necessarie opere non potrà esser interamente coperta dai fondi già stanziati e che vi sono opere prioritarie ad altre, il presente documento ha quale unico scopo quello di voler dare un contributo che, lungi dalla mera critica, divenga un punto di riflessione ed una base di valutazione degli interventi da dover inserire in un quadro di vero restyling e messa in sicurezza della Villa Dante.

  • Rendere tutti gli ingressi e i percorsi presenti nell’area e negli impianti accessibili – in sicurezza – ai disabili;
  • Realizzare interventi strutturali per permettere una migliore fruibilità dell’area in sicurezza –     realizzazione, rifacimento e manutenzione di ingressi, strade, percorsi e piste;
  • posizionamento di segnaletiche indicative dei diversi servizi/strutture presenti e della loro ubicazione (arena, piscina, campi da tennis, palestra, area giochi, bagni, box custode, vie di uscita ed orari di apertura e chiusura);
  • Ristrutturare e mettere a norma del centro diurno per anziani, dell’arena, della palestra, del box per custode, dei servizi igienici, dei campi da tennis, dei campi di bocce, ripristino delle fontane di acqua potabile;
  • Ripristinare, restaurare e rifare pavimentazioni, cordoli, muretti e relativi rivestimenti interni ed esterni, cancelli e recinzioni; ripristinare e implementare di nuovi parapetti e cordoli ove necessari per mettere in sicurezza aree che oggi sono a rischio;
  • Rimodulare l’impianto di illuminazione con aggiunta/sostituzione di lampioni ad energia solare più ecologici e con notevole risparmio sui costi per consumo di energia.
  • Creare una rete WiFi pubblica, gratuita e non protetta all’interno dell’area con implementazione dell’impianto di videosorveglianza per migliorare il controllo agli ingressi e all’interno di aree e strutture per aumentare la sicurezza e dissuadere dal compimento di atti vandalici o di violenza (come già proposto dal Consiglio Circoscrizionale della 3a Municipalità con propria delibera n. 21 del 07.03.2019);
  • Riqualificare le aree a verde con interventi a carico degli alberi di alto fusto che necessitano di potatura per messa in sicurezza, quelli esterni nell’area circostante la Villa già sono stati sostituiti con nuovi alberi di diversa tipologia ad eccezione di quelli lato mare, (come già proposto dal Consiglio Circoscrizionale della 3a Municipalità con propria delibera n. 36 del 24.04.2018) e con integrazione di siepi e di arbusti e, nell’ottica di una fruttifera collaborazione tra Enti, creazione di un agreement con il Corpo della Guardia Forestale e con l’Orto Botanico di Messina di un’area verde in cui siano presenti numerose e diverse tipologie di fiori e piante autoctone con pannelli informativi riguardanti il nome della piante e le caratteristiche di ognuna al fine di accrescere la cultura del verde e del rispetto della natura, ai quali le nuove generazioni sono poco attenti, creando percorsi tematici da fare visitare agli studenti delle scuole medie ed elementari cittadine.
  • Revisionare gli arredi con rimozione e sostituzione delle panchine in ferro arrugginite con nuove sedute e tavolini prestando particolare attenzione nella scelta, oltre che all’estetica e alla funzionalità, anche alla resistenza alla aggressione degli agenti atmosferici e degli atti vandalici (non rari alle nostre latitudini).
  • Creare ed implementare l’impianto idrico con attivazione di fontanelle di acqua potabile e sistemi innovativi di irrigazione che richiedano un minimo impegno di personale per garantire una facile e costante cura del verde per evitare, nel periodo estivo, che la carenza di acqua danneggi irrimediabilmente le piante;
  • Sostituire ed integrare i cestini dei rifiuti che in atto, oltre ad essere divelti o danneggiati, non sono adeguati e predisposti per la raccolta differenziata;
  • Istallare all’interno della Villa sculture artistiche realizzate da artisti locali e creare dei murales su pareti e muri, per dare più decoro ai luoghi;
  • Mettere in sicurezza e riqualificare le aree gioco per bambini con aggiunta di nuovi giochi anche quelli inclusivi per bambini disabili; creare per gli sportivi un’area dedicata con attrezzi per palestra all’aperto e dove possibile un’area per pattinaggio a rotelle e utilizzo di skateboard;
  • Creare un’area ciclabile per bambini che si avviano all’uso della bici, recintata per motivi di sicurezza, ed una nuova pista ciclabile, per ragazzi più esperti nell’uso di bici, da realizzare accanto alla fatiscente pista da jogging che si snoda lungo tutto il perimetro dell’area verde;
  • Ricostruire dei campi di bocce possibilmente vicino al centro diurno per anziani, in quanto costoro sono i più frequenti utilizzatori dell’impianto, come già proposto dal Consiglio Circoscrizionale della 3a Municipalità con propria delibera n. 60 del 23.10.2018;
  • Prevedere accorgimenti generali per gli accessi agli impianti ed alle strutture:
  • per rendere fruibili tutti gli spazi interni alla struttura ai diversamente abili;
  • creare un accesso dall’interno del parco oltre a quello esterno all’area appositamente predisposta per gli amanti degli animali d’affezione;
  • adeguata protezione dei percorsi per gli amanti del footing e i fruitori della pista ciclabile per poterli utilizzare in sicurezza e prevenire incidenti;
  • Completare le opere mancanti (impianti illuminazione, spogliatoi, recinzioni etc.) per rendere fruibili: piscina, campi da tennis, campetti polivalenti di minibasket, calcetto e campi di bocce (come proposto dal Consiglio Circoscrizionale della 3a Municipalità con propria delibera n. 5 del 29.01.2020);
  • Creare una piccola area ristoro con chiosco bar per la vendita di prodotti in confezione e bevande attrezzata per il consumo sul posto con sedie e tavolini;
  • Creare dei percorsi di accesso alle varie strutture tali da non precludere la fruizione di aree e servizi in occasione di manifestazioni culturali nell’arena o di manifestazioni sportive nei relativi impianti.
  • Istituire un Mercato Biologico presso area terminal bus di Villa Dante, come proposto dal Consiglio Circoscrizionale della 3a  Municipalità con propria delibera n. 09 del 05.02.2020, per due domeniche al mese, analogamente a quelli che periodicamente vengono allestiti in altre zone cittadine come Piazza Casa Pia, Piazza del Popolo, Cristo Re etc., molto richiesti da parte dei cittadini.

Fidando di aver dato, con queste nostre proposte, – conclude il documento – un buon messaggio di democrazia partecipativa e un modesto contributo alla crescita e al benessere della nostra Città e dei nostri Quartieri, ringraziamo quanti hanno collaborato con idee, proposte e suggerimenti alla stesura del presente documento. Sono intervenuti nel corso dell’incontro su TEAMS dando il loro prezioso contributo: (On. Franco De Domenico – Dott. Biagio Bonfiglio – Dott. Labate Antonino – Consigliere Circoscrizionale PD Antonino Sciutteri – Pino Antonio Domenico – Consigliere Circoscrizionale Smedile Dino – Consigliere Circoscrizionale Spuria Antonino – Avv. Hyerace Armando – Avv. Martino Gianco – Fasanella Francesco – Dott. Interdonato Santi – Scimè Angelo – Scimè Nicolo’- Avv. Duci – Prof. Mallamace Agostino. Si ringraziano per l’organizzazione dell’incontro su piattaforma TEAMS Antonio Auditore e Alessandro Buono”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.