Condividi:

Ventimila euro per ripristinare l’impianto di videosorveglianza comunale.

E’ stata approvata dal dirigente del settore Lavori pubblici e patrimonio la determina con la quale si affida alla ditta TCN Telecomunicazioni srl di Milazzo l’incarico di procedere alla manutenzione straordinaria dell’impianto sulla scorta del progetto redatto dagli uffici comunali.

L’intervento prevede il ripristino della funzionalità della rete, compresa la sostituzione degli apparecchi guasti o mancanti perché nel tempo sono stati oggetto di furto o atti vandalici.

In atto sono 32 le telecamere installate sul territorio mamertino. Queste le zone interessate: piazza Sant’Antonio (zona Capo Milazzo), Borgo, Centro Urbano, piazza Ngonia Tono, piazza San Papino lungomare Garibaldi, piazza Duomo, piazza della Repubblica, piazza Nastasi, via dei Mille, piazza XXV Aprile, lungomare di Ponente, via Stefano Trimboli (nei pressi della scuola), via San Paolino Zirilli, via Tommaso De Gregorio, piazza Peppino Impastato, via Ciantro (all’interno del parco giochi), via San Marco (in prossimità del centro sociale), piazza Stazione.
L’ultimo monitoraggio effettuato dai tecnici ha fatto rilevare la funzionalità di 24 apparecchiature, mentre le rimanenti 8 sono irrimediabilmente danneggiate e quindi saranno sostituite. Con questo intervento l’attività di videosorveglianza dovrebbe finalmente ritornare alla normalità.
«La sicurezza della città passa attraverso un efficiente sistema di videosorveglianza che oltre a rap-presentare un deterrente ad azioni illegali fornisce un importante contributo alle forze dell’ordine in occasione di episodi criminosi» – ha detto il sindaco Pippo Midili, annunciando anche l’intenzione di implementare la videosorveglianza del territorio non solo attraverso la sistemazione dell’attuale impianto ma sfruttando le opportunità offerte dal Ministero dell’Interno attraverso dei protocolli con le varie prefetture.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.