Condividi:

Giorni di lavoro per la giunta guidata da Giovanni Formica, da oggi sono stati avviati i lavori di pulizia delle spiagge mentre ieri sopralluogo del primo cittadino al depuratore di Fossazzo per il punto della situazione.

La ditta “Dusty”, aggiudicataria della gara ha avviato le operazioni di bonifica dell’arenile e dei terrapieni dalla zona del Tono.

In questa prima fase si sta eseguendo un intervento straordinario con un mezzo meccanico per poi pianificare la pulizia ordinaria di mantenimento di tutte le spiagge libere. L’intervento prevede l’asportazione del materiale accumulatosi nel periodo invernale e la rimozione di tutte le erbacce. Quindi pulizia ordinaria di mantenimento, sia della spiaggia sia dei viottoli di accesso. Prevista anche la possibilità di interventi straordinari. «Finalmente la situazione si è sbloccata e abbiamo chiesto alla ditta di procedere con speditezza alla bonifica degli arenili – spiega l’assessore all’Ambiente, Damiano Maisano -. Purtroppo i ritardi burocratici hanno fatto slittare a luglio una gara bandita ad aprile. Per il futuro non dovrà più accadere in quanto sarà necessaria una programmazione più accurata delle attività perché da maggio le spiagge dovranno essere pulite”.

L’assessore, così come aveva fatto il sindaco nei giorni scorsi, ha voluto ringraziare tutte le associazioni tra le quali Legambiente per il lavoro che ha svolto con la pulizia manuale del tratto di spiaggia del Tono, ribadendo che l’attività delle associazioni di volontariato è senza dubbio di grande importanza per una cittadina come Milazzo”.

Il sindaco Formica ha effettuato un sopralluogo all’impianto di depurazione di Fossazzo per avere contezza della situazione, alla luce anche di alcune rimostranze di residenti della zona che avvertono, soprattutto nelle ore serali, un lezzo fastidioso.

Accompagnato dall’assessore Ciccio Italiano e da alcuni dipendenti, il primo cittadino ha visitato i vari impianti, prendendo atto della ormai ineludibile necessità di avviare i lavori per la seconda linea del depuratore al fine di evitare possibili disagi, specie nel periodo estivo quando la popolazione residente aumenta notevolmente.

«C’è la necessità di iniziare prima possibile – ha detto – e visto che il progetto è pronto, anzi addirittura ad una fase avanzata, mi sono messo in contatto con l’assessorato regionale per capire come sbloccare gli 8 milioni di euro che ci sono stati assegnati. Speravamo di riuscire ad ottenere il decreto di finanziamento entro il 30 luglio, ma a quanto pare gli intoppi riguardano l’assessorato regionale al Bilancio. Per questo ho parlato con i nostri deputati di riferimento, Panarello e Laccoto, per rendere possibile un nuovo rapporto tra il nostro Comune e gli uffici regionali anche in vista dello sblocco di questo importante finanziamento».

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.