Condividi:

Pubblicata sul sito del Comune la modulistica che i legali dovranno presentare per essere iscritti nell’elenco aperto degli avvocati che, sulla scorta di una delibera della giunta municipale – rappresenterà una lista dalla quale attingere per il conferimento degli incarichi di patrocinio legale dell’ente seguendo quanto previsto dal nuovo Codice degli Appalti, nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento e trasparenza.
Quattro le sezioni previste: Contenzioso amministrativo, contenzioso civile, contenzioso penale e contenzioso tributario.
I nominativi dei professionisti saranno inseriti nell’elenco in ordine strettamente alfabetico. L’iscrizione nell’elenco infatti non costituisce in alcun modo giudizio di idoneità professionale, né graduatoria di merito.
Le domande devono pervenire al Comune di Milazzo senza limiti temporali e dovranno essere compilate a mano su un modello già predisposto dal Comune ed inviate tramite posta elettronica certificata (PEC) – protocollogenerale@pec.comune.milazzo.me.it
Sono fatte salve le domande già presentate dai professionisti per l’inserimento negli elenchi aggiornati aperti di avvocati, ai fini del conferimento di incarichi legali, relativi agli anni 2017, 2018, 2019, 2020 e 2021.
L’individuazione del professionista cui affidare l’incarico di patrocinio legale, viene effettuata con determinazione del dirigente del primo settore, attingendo all’elenco aperto, secondo principi di rotazione.

I consiglieri comunali Massimo Bagli e Fabiana Bambaci hanno presentato una mozione chiedendo all’Amministrazione di indire un bando per l’installazione della “macchinette mangia plastica”, già presenti in diverse città come Roma, Genova, Catania e Palermo, ma anche in comuni del comprensorio come Rometta e Venetico, valutando degli incentivi per i cittadini anche come riduzione sulle bollette dei rifiuti.
«Intervenire su questa frazione di rifiuto è fondamentale», affermano . «Il sistema, poi, della premialità – proseguono – è fondamentale per diminuire sempre di più ciò che finisce in discarica e non riesce a decomporsi».

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.