Condividi:

Prosegue la lotta agli incivili dei rifiuti. Nella giornata odierna le telecamere installate sul territorio cittadino dal Comune hanno “beccato” a Ciantro un automobilista che si è reso protagonista del cosiddetto “lancio del sacchetto” in una zona dove erano presenti già dei rifiuti accumulati in maniera irregolare. L’occhio della “fototrappole” ha immortalato tutto e così quell’automobilista, al pari degli altri cittadini che si sono liberati della spazzatura senza rispettare alcuna regola, saranno sanzionati per “abbandono di rifiuti effettuato da soggetto privato”. Sanzione minima 300 euro. Nei giorni scorsi altre sanzioni nella via Firenze nei pressi del parco commerciale e in via Umberto I, in pieno centro cittadino.
«Non è possibile più tollerare situazioni di anarchia – afferma il sindaco Pippo Midili – e quindi si andrà a sanzionare tutti coloro che non rispettano le regole di conferimento e magari sono morosi nel pagamento delle bollette. Il nostro obiettivo è acquistare altre fototrappole per intensificare i controlli di contrasto e repressione delle discariche abusive, oltre che a consentire di riconoscere gli scaricatori abusivi». Insomma niente più sconti agli incivili.

Intanto l’intervento di riparazione avviato questa mattina nel serbatoio di Botteghelle hanno fatto emergere maggiori criticità rispetto alle previsioni in quanto si è verificato che una pompa di sollevamento risulta danneggiata.
Per evitare una possibile emergenza nella Piana ed in particolare agli abitanti delle contrade San Marco, Fiumarella, Botteghelle e della SS.113 di Olivarella, i tecnici e gli operai del Comune hanno operato degli accorgimenti al fine di ad assicurare una normale erogazione dell’acqua.
Nel frattempo ci si è attivati per risolvere il problema dell’impianto con la sostituzione della pompa di sollevamento danneggiata, con un intervento a medio termine che si conta di completare entro il fine settimana.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.