Condividi:

Il sindaco Pippo Midili ha nominato con proprio determina esperto gratuito il dottor Giuseppe Giannetto, dirigente medico all’ospedale “Fogliani” di Milazzo.

Il dottor Giannetto dovrà occuparsi di Politiche per la tutela della salute, politiche in materia di programmazione sanitaria e d’intervento nella pianificazione e gestione del sistema sanitario pubblico nel territorio.

Intanto il consigliere comunale Pippo Doddo è intervenuto nella diatriba che in questi giorni ha caratterizzato i rapporti tra Autorità di sistema portuale e Amministrazione comunale, evidenziando l’opportunità che sarebbe opportuno che i rappresentanti delle istituzioni, anziché polemizzare si sedessero attorno ad un tavolo e assumere le giuste soluzioni.

“La pianificazione del territorio e nella fattispecie il piano regolatore del porto – afferma il consigliere – è di competenza dei consigli comunali e delle amministrazioni dei comuni interessati in interazione con le autorità di sistema. Il presidente Mega non può e non deve quindi imporre il suo progetto, né minacciare che qualora Milazzo uscisse dall’Autorità di sistema ci sarebbero altri comuni sono pronti ad entrare”.

Mi sorprende poi – prosegue Doddo – che i consiglieri comunali debbano apprendere dalla stampa che il sindaco Midili ha avanzato delle proposte senza prima parlarne con il consiglio che pure ha una specifica competenza in materia di pianificazione del territorio. In tutti i casi quelle proposte a mio parere sono imprescindibili e pienamente condivisibili. Il trasferimento della Capitaneria di porto al Molini lo Presti permette di liberare molo Marullo e far sì che con le giuste iniziative possa diventare il volano turistico per la città. Intervenire sul pontile Eolie è fondamentale per trasferire temporaneamente il terminal aliscafi in attesa di un sito definitivo, mentre sul completamento della banchina di XX Luglio in tempi certi, credo vi sia poco da aggiungere. Infine concordo sulla necessità di riqualificare la zona di Acqueviole che è oggi altamente degradata e invece deve essere il biglietto da visita di Milazzo”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.