Condividi:

Dopo l’incontro avuto nei giorni scorsi con l’assessorato regionale al Territorio ed Ambiente sulla pianificazione delle aree demaniali marittime, con particolare riferimento all’approvazione del Pudm, l’Amministrazione comunale ha deciso di sollecitare gli uffici con un atto di indirizzo finalizzato ad evitare il rischio di commissariamento.

Con una nota firmata dal sindaco e dell’assessore ai lavori pubblici si assegnano 45 giorni al dirigente dell’ufficio tecnico per predisporre le procedure necessarie a giungere alla redazione degli elaborati da sottoporre alla pre-valutazione da parte del competente ufficio regionale (DRA-UTA), previa valutazione della giunta municipale.
La riunione con i rappresentanti dell’assessorato – si evidenzia – ha evidenziato i ritardi del Comune di Milazzo, confermati dalla relazione dello stesso dirigente comunale dell’ufficio tecnico nella quale si evidenzia lo stato della procedura rimasta inevasa dalla precedente Amministrazione. Da qui la necessità di esperire gli atti gestionali di competenza del responsabile del settore Tecnico/urbanistico, finalizzati alla rielaborazione del Piano delle aree demaniali in ossequio anche alle ultime linee guida approvate dalla Regione.

Intanto il consigliere comunale Antonio Foti ha presentato una interrogazione all’Assessore ai Lavori Pubblici riguardante l’ex Mercato Coperto ed in particolare lo stato relativo all’iter del finanziamento del progetto “Lavori di ristrutturazione dell’Ex Mercato Coperto per la realizzazione di un centro servizi a supporto delle attività turistiche territoriali (coworking)”.
Si tratta – dichiara Foti – di un finanziamento nevralgico per lo sviluppo sociale, turistico ed economico della nostra città. Una struttura, quella del Mercato Coperto, funzionale alla ripartenza e allo sviluppo del centro cittadino e del centro storico, in un’area, come quella di Via Pescheria, che nel corso degli ultimi anni é ritornata a vivere e ad essere nuovamente vissuta dalla comunità milazzese. Dalla riqualificazione dell’ex Mercato Coperto sarà possibile progettare il futuro del nostro centro storico, insieme alle realtà turistiche, culturali, sociali ed economiche cittadine.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.