Condividi:

Sono circa 2000 le istanze presentate dai contribuenti per ottenere la rateizzazione dei tributi arretrati.

Gli uffici ne hanno già istruite circa 1400 inviando agli interessati il prospetto per procedere al pagamento mensile del dovuto con rate di circa 50 euro mensili. L’assessore ai Tributi, Roberto Mellina ha spiegato che sarà possibile richiedere la rateizzazione sino al prossimo 30 giugno, evitando così di dover andare incontro successivamente a sanzioni e interessi quando scatteranno gli accertamenti nei confronti dei morosi, sia del settore rifiuti che idrico.

“Mi auguro che altri cittadini seguano questo percorso (sono circa 10 mila le persone che hanno un debito col Comune di Milazzo) e presentino l’istanza entro il prossimo 30 giugno. Superato questo termine non si potrà fruire più di alcune agevolazione”. L’esponente della giunta Midili ricorda altresì che dopo l’approvazione del consiglio comunale del regolamento comunale per l’uso e la distribuzione dell’acqua potabile è possibile il subentro gratuito del contratto di fornitura per un periodo di 90 giorni. «Un modo per porre fine ad una situazione anomala che vede ancora l’intestazione di contratti a persone defunte. Chi presenterà istanza (il termine scadrà il 23 luglio) non pagherà la sanzione amministrativa di euro 258,23, ma solo l’imposta di bollo.

Intanto la Giunta municipale ha approvato il Consuntivo 2020 che presenta un avanzo di amministrazione di poco superiore ai 2 milioni di euro. A Palazzo dell’Aquila dunque si è ormai raggiunta la normalità nella definizione dei documenti finanziari visto che già ad aprile era stato esitato dal Consiglio comunale anche il Previsionale 2021-23. Il documento finanziario adesso, dopo il parere del collegio dei revisori dei conti, approderà prima in commissione consiliare e poi in Aula per il voto.

L’Esecutivo ha anche approvato alcuni adempimenti propedeutici come l’inventario del patrimonio immobiliare.

Infine si è svolta questa mattina la riunione della seconda commissione consiliare presieduta da Santi Saraò avente ad oggetto “Verifica del piano parcheggi e del piano urbano del traffico. Ipotesi di variazioni e suggerimenti da prospettare agli uffici per eventuale fattibilità”. Un primo giro d’orizzonte per conoscere il pensiero delle forze politiche in vista del confronto anche con i tecnici sullo studio dell’ing. Ciurnelli che l’Amministrazione intende attuare cominciando con l’apertura a doppio senso della via Cristoforo Colombo per creare un collegamento diretto tra la litoranea di Ponente e la marina Garibaldi, attraverso la via Pistorio. Proprio questa strada viene considerata strategica.

Nel corso del dibattito perplessità sono state espresse dal consigliere Pippo Doddo che ha ricordato come già in occasione della presentazione del Put (era il 2013) si disse contrario ad alcuni interventi, ritenendo che oggi, alla luce anche della riduzione del numero dei parcheggi “blu”, tutto dovrebbe essere rivisto. Doddo, anche allora consigliere comunale votò contrario al Put.

Di diverso avviso i consiglieri Rizzo, Ficarra e lo stesso Saraò i quali hanno invece sottolineato l’importanza di avviare le modifiche per verificarne la concreta fattibilità. Il consigliere Antonio Foti ha invece auspicato che sia l’Aula a dibattere le questioni della viabilità partendo proprio dalla modifica di via Colombo per fare il punto sul Piano del traffico e verificarne la realizzazione e soprattutto l’attualità dopo 8 anni dall’approvazione. E ciò anche per dare la possibilità alle forze politiche di operare dei suggerimenti.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.