Condividi:

Voto unanime del Consiglio comunale sulla mozione presentata dai consiglieri Fabiana Bambaci (prima firmataria), Massimo Bagli, Pippo Doddo e Santina Sgrò che impegna l’Amministrazione a porre in essere lavori di manutenzione alla scalinata di via Porticella che da Tono conduce al Borgo, in zona Castello.
Scopo dell’iniziativa –ha detto la Bambaci- è quello di incentivare il turismo, oltre che arricchire il territorio. I lavori possono essere inquadrati nell’ambito di una complessiva rivalutazione territoriale proprio della zona in questione, atteso che tra l’altro sono ripresi, dopo un anno di sospensione, i lavori di consolidamento della parete rocciosa del Castello di Milazzo, secondo stralcio funzionale. La scalinata tra l’altro rappresenta un collegamento suggestivo in grado di unire due punti nevralgici del comprensorio quali sono la riviera di Ponente ed il Borgo”.
Nella proposta i consiglieri chiedono specificatamente “una preliminare opera di pulitura da erbacce, accompagnata, ove fosse possibile, dall’installazione di un impianto di illuminazione (preferibilmente con l’ausilio del fotovoltaico, anche mediante l’accesso a fondi europei ad hoc o ad eventuali faretti Led) per dare la possibilità di percorrerla a tutti coloro che desiderano arrivare al Castello di Milazzo attraverso un percorso paesaggistico e suggestivo”.
Nel corso dei lavori d’Aula da registrare anche l’intervento del consigliere Antonio Foti che ha ripreso la polemica degli ultimi giorni tra sigle sindacali e governo regionale rispetto alle problematiche che investono l’area industriale. “Una questione delicatissima –ha sostenuto- che impone serietà da parte degli attori in campo. Oggi più che mai è necessario abbassare i toni al fine di ridurre le distanze tra le parti. Il Governo Regionale si assuma il peso e la responsabilità del rilancio ambientale ed occupazionale dell’intera Valle del Mela. Un territorio in ginocchio. Urge avviare una conferenza programmatica sul rilancio dell’area industriale, nella quale enti locali, sigle sindacali, realtà ambientaliste, comparto industriale ed istituzioni trovino percorsi comuni e condivisi, conciliando la salvaguardia della salute dei cittadini della Valle del Mela con la tutela del mantenimento occupazionale, ponendo quindi basi solide verso una vera e propria riconversione dell’area industriale”.

Intanto la Commissione Comunale di Vigilanza ha preso atto della documentazione certificante l’idoneità statica della tribuna coperta, dello stadio comunale “M. Salmeri”, al fine della riapertura al pubblico della struttura. Positiva definizione dunque di una problematica che l’assessore allo sport, Antonio Nicosia ha seguito con grande impegno ed attenzione per restituire agli sportivi una infrastruttura importante specie nel periodo invernale. I posti autorizzati sono 600 che si aggiungono ai 500 della gradinata, fatte salve in questo periodo le limitazioni per il Covid.
“Il Partenariato Pubblico-Privato si conferma la più importante forma di gestione dell’interesse collettivo – ha dichiarato Nicosia, impegnato anche a risolvere le criticità che riguardano altri impianti sportivi. La tribuna del “Salmeri” potrà accogliere gli sportivi milazzesi grazie alla programmata verifica delle condizioni della stessa; la disponibilità della SicilService CND, dei tecnici addetti ai collaudi e della Società SS Milazzo, hanno permesso di superare le difficoltà ed ottenere il miglior risultato possibile”.

Infine, importante delibera del consiglio comunale che dà il via libera alla regolamentazione dei rapporti tributari del cittadino con il Comune, consentendo l’applicazione dell’istituto della compensazione. In pratica i contribuenti che vantano somme dal Comune per servizi resi, possono compensare il credito con le tasse e i tributi dovuti all’ente locale. L’istanza di compensazione va presentata entro 30 giorni dalla data fissata per il pagamento all’Ente ed in caso di eccedenza della somma a credito la stessa compensazione può valere anche per debiti successivi, anche se è possibile pure chiedere la liquidazione a saldo.
Il provvedimento, corredato dei pareri favorevoli di regolarità tecnica e contabile e dei revisori dei conti è stato approvato da 13 consiglieri (Massimo Bagli, Sebastiana Bambaci, Giuseppe Doddo, Antonino Italiano, Alessandro Oliva, Alessia Pellegrino, Rosario Piraino, Lydia Russo, Michele Saraò, Santina Sgrò, Mario Sindoni, Maria Sottile e Giuseppe Stagno) con l’astensione di Antonino Amato, Giuseppe Crisafulli, Antonio Foti e Lorenzo Italiano.
La compensazione dei tributi entrerà in vigore dal prossimo 1 gennaio 2022. L’assessore proponente, Roberto Mellina, dopo aver spiegato quale è stato l’input che ha portato l’amministrazione comunale ad adottare il regolamento ed espresso apprezzamento per l’operato della prima commissione consiliare, ha sottolineato come lo stesso andrà a snellire il lavoro degli uffici, favorendo al tempo stesso i rapporti con i contribuenti ed agevolando pure le riscossioni da parte del Comune. Ha chiarito che la compensazione vale per tutti i tributi tranne per l’Imu.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.