Condividi:

Il Consiglio comunale, all’unanimità dei presenti, ha approvato il nuovo regolamento della biblioteca comunale. Adempimento fondamentale in quanto in base ad una circolare regionale del 2018 è requisito necessario affinché la biblioteca possa richiedere contributi per la conservazioni di beni librari e per l’acquisto di pubblicazioni.
Soddisfazione è stata espressa dall’assessore alla Cultura, Francesco Alesci.
“Ringrazio – afferma l’esponente della giunta Midili – in primo luogo il presidente della terza commissione, Maria Magliarditi, la consigliera Alessia Pellegrino per il lavoro svolto, in collaborazione con l’assessorato nel redigere il regolamento che consentirà l’accesso alla richiesta di contributi regionali. Ringrazio altresì – prosegue l’assessore – tutti i componenti della terza commissione e i consiglieri comunali che, al di là delle scelte di campo, hanno votato favorevolmente una proposta di pubblicità utilità come può ritenersi uno strumento che serve per far funzionare meglio il luogo dove si sviluppa il pensiero critico, il terreno fertile per la costruzione e la conservazione dell’identità delle comunità locali”.
Tra le novità del nuovo Regolamento l’istituzione del Consiglio di biblioteca, espressione di alta valenza democratica e partecipativa, con compiti propositivi e consultivi in ordine alle attività della biblioteca, all’acquisto del patrimonio documentale e di altri materiali. Il Consiglio è formato dal sindaco, dall’assessore ai beni culturali e da una rappresentanza di cittadini sino ad un massimo dei sei persone, nominati sempre dal sindaco, in possesso di determinati requisiti legati al mondo della cultura e dell’istruzione.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.