Condividi:

Trascorse le due settimane di prova, si andrà avanti con l’isola pedonale nei week-end. Lo ha comunicato l’Amministrazione ai titolari dei ritrovi e ai commercianti nel corso di due diversi incontri tenuti al Palazzo Municipale ai quali hanno partecipato il Sindaco con gli Assessori Ruello e Schiavon.
Non ci saranno modifiche sostanziali: contrariamente a quanto si pensava, solo una estensione nel tratto tra Piazza Caio Duilio e la Chiesa del Carmine, nuovo punto di ritrovo dei giovanissimi. Per le auto provenienti dalla via Cassisi dunque svolta obbligata verso via Piraino.
Nessuna modifica per quel che concerne il tratto tra la Marina Garibaldi e Vaccarella che sarà sempre “carrabile” e raggiungibile.
Confermati per il momento anche gli orari: dalle 20.30 alle 02.00.
L’Amministrazione ha in ogni caso ribadito la disponibilità a ulteriori proposte formalizzate dalle associazioni interessate.
Da domani sera, quando, alle 20.30 scatterà il divieto di transito nelle strade interessate, sarà anche garantito l’intrattenimento musicale da parte dei gestori.
Un aspetto questo che è stato discusso in un confronto avuto con una delegazione dell’associazione “Milazzo Food & Beverage”.
Anche i negozi del centro commerciale naturale venerdi e sabato apriranno dalle 22 a mezzanotte in concomitanza con l’ avvio dei saldi estivi.
Si è affrontato anche il tema della viabilità. Si continuerà nell’informazione attraverso la cartellonistica e i social al fine di dissuadere gli automobilisti a dirigersi verso il centro. Ponente, con le zone indicate in cartina, resta l’area indicata per il parcheggio raggiungendo a piedi tutto il centro cittadino. L’intento principale è quello di evitare lunghe file di automobilisti con una informazione capillare con la collaborazione di commercianti e ristoratori. In tal senso si è attivata l’assessore Ginevra Schiavon.
Sempre ieri il sindaco ha comunicato ai ristoratori di aver firmato l’ordinanza che modifica gli orari di vendita e somministrazione delle bevande alcoliche e superalcoliche per prevenire situazioni di aggregazione notturna.
L’orario di chiusura al pubblico di bar, pub, ristoranti è fissata alle 02.30, senza possibilità di accogliere nuova clientela. Dalle 02.00 alle 02.30 sarà consentita la somministrazione di alimentati e bevande soltanto ai tavoli. Confermato invece il divieto nel corso della settimana di somministrare bevande per asporto dopo le 21.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.