Condividi:

Il neo sindaco Pippo Midili si è messo già al lavoro. Niente festeggiamenti, ma necessità di affrontare le emergenze che a palazzo dell’Aquila sono ormai quotidiane.

Dalla questione rifiuti al dissesto, passando per diverse scadenze di bandi regionali e nazionali che possono dare importanti risorse per interventi nel settore della videosorveglianza e dello sport. Parallelamente si cercherà di fare il punto anche sulla questione dissesto, dopo la notizia del trasferimento di appena il 10 per cento (3 milioni a fronte dei 30 richiesti) delle somme per avviare le transazioni. Midili ritiene che comunque si debbano trovare delle soluzioni per accelerare i tempi di chiusura del default.
Oggi è stato il primo giorno al Comune per il sindaco. Accompagnato da alcuni consiglieri e simpatizzanti ha innanzitutto voluto salutare tutto il personale dell’ente, recandosi personalmente in tutti gli uffici del municipio e poi ha incontrato i tre dirigenti per fare il punto della situazione.
Oltre alle questioni sopra accennate, il primo cittadino ha chiesto una particolare attenzione nella gestione dell’emergenza Covid-19 che sembra nuovamente diventare tale e per questo ha sollecitato la polizia locale ad intensificare i controlli alla luce anche delle ultime disposizione del decreto del presidente del consiglio dei Ministri.
«Ho fatto una prima ricognizione dell’apparato burocratico – ha detto Midili – soffermandomi su quelle che sono le scadenze per il principio di continuità dell’azione amministrativa.

Poi opereremo le necessarie scelte sulle questioni che pure hanno una certa importanza come i parcheggi a pagamento che contiamo di riattivare a stretto giro e il servizio di igiene ambientale che deve uscire dalla logica della precarietà. Ho in mente delle soluzioni che quale indirizzo politico intendo sottoporre agli uffici.

Di certo occorre dare delle risposte ai cittadini. Mi preme anche avere un quadro chiaro della portualità e già la prossima settimana incontrerò il presidente dell’Autorità di sistema, Mega per conoscere gli interventi e gli intendimenti che riguardano la nostra città».
Lunedì è previsto un incontro con i commercianti del centro storico, i ristoratori ed i rappresentanti dei vivaisti.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.