Condividi:

Questa mattina il sindaco della Città Metropolitana, Cateno De Luca ha incontrato nell’aula consiliare del Comune di Milazzo, tutti gli amministratori del comprensorio tirrenico per affrontare le problematiche relative all’attuazione del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) e, in particolare, ai “piani integrati”.

Il confronto è stato incentrato sullo stanziamento di 132 milioni 152 mila euro del Piano nazionale di ripresa e resilienza in favore della Città metropolitana di Messina.
“Il PNRR costituisce un’occasione di sviluppo unica per tutto il territorio – ha affermato il Sindaco metropolitano Cateno De Luca – che non possiamo perdere. Palazzo dei Leoni provvederà ad individuare i progetti finanziabili all’interno della propria area urbana, tenendo conto delle progettualità espresse anche dai Comuni appartenenti alla propria area urbana, nei limiti dei 132 milioni di euro che avremo in dotazione. Grazie ai settanta accordi di programma siglati negli anni scorsi con i Comuni del territorio per il piano strategico della Città Metropolitana, potremo mettere in campo una progettazione cantierabile per andare a realizzare investimenti concreti per il territorio”.
Le somme destinate alla Città metropolitana di Messina, assegnate in base alla popolazione residente, saranno ripartite nell’arco temporale che va dal 2021 al 2026 secondo la seguente distribuzione: 2021 (3 milioni 910mila euro); 2022 (10 milioni 56mila euro); 2023 (7 milioni 612mila euro); 2024 (31 milioni 899mila euro); 2025 (41 milioni 795mila euro); 2026 (36 milioni 878mila euro).
L’appuntamento odierno ha costituito l’occasione per fare il punto sulla situazione sui progetti che riguardano l’edilizia scolastica e i cantieri in corso nel comprensorio e De Luca ha illustrato ai Sindaci presenti lo stato di avanzamento dei lavori e i tempi della loro realizzazione.
“Stiamo mettendo in campo un considerevole numero di interventi – ha concluso De Luca – e stiamo rispettando l’intenso cronoprogramma. Nelle prossime settimane daremo il via ad altri cantieri su numerose strade in modo da completare al più presto la manutenzione della rete viaria del nostro territorio”.
Nel corso della mattinata sono stati consegnati i lavori di ammodernamento, sistemazione, consolidamento e messa in sicurezza del piano viabile e delle pertinenze delle strade provinciali 73 Femminamorta, 72/D di “Rio Rosso – Torrente Mela” e 75 bis di “Cicerata”, nei Comuni di Merì, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo per il collegamento della cerchia collinare del Mela e del Longano.
Si tratta di un progetto di un milione di euro, finanziamento previsto con delibera CIPE n. 26/2016 del “Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, Piano per il Mezzogiorno” e inserito nel Patto per lo sviluppo della Città metropolitana di Messina, la cui esecuzione è stata affidata all’impresa Cadel S.C.A.R.L. di Napoli.
I lavori punteranno a migliorare lo stato manutentivo della strada, avendo cura di dare priorità a quegli interventi nei tratti in cui viene riscontrato un maggiore rischio per la pubblica incolumità.
Si andranno a realizzare opere di miglioramento delle condizioni delle carreggiate, il rifacimento di alcuni tratti di pavimentazione, la realizzazione di parapetti, una mini rotatoria, la collocazione della segnaletica verticale e orizzontale e le barriere di sicurezza.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Antonino Sciutteri, il Direttore dei lavori è l’ing. Anna Chiofalo.

De Luca ha illustrato le strategie che la Città Metropolitana intende attuare, invitando gli amministratori a fare delle valutazioni per programmare la progettualità che dovrà essere definita entro fine febbraio. Ha concluso ribadendo la necessità che la pianificazione sia fatta su scala comprensoriale e non sia limitata alle esigenze del singolo Comune.
“Apprezziamo la disponibilità di De Luca a concertare col territorio gli interventi che servono per un vero rilancio e di aver preso atto che alcune opere, quali ad esempio l’aeroporto o altro, erano solo da “libro dei sogni” o addirittura datate, e come tale non realizzabili – ha commentato il sindaco Pippo Midili -. Abbiamo una grande occasione con queste risorse che vengono messe a disposizione e quindi dobbiamo sfruttarle al meglio”.
Ai lavori hanno presenziato anche l’assessore Romagnolo e alcuni consiglieri comunali milazzesi. Alla fine il consigliere Antonio Foti ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Sul Piano Strategico e sul PNRR si gioca il futuro e lo sviluppo non solo della nostra città ma dell’intero comprensorio della Valle del Mela e della faccia tirrenica. Sicuramente positiva la presenza della Città Metropolitana a Milazzo questa mattina. Un segnale senza alcun dubbio importante. Bisogna tuttavia correre. Serve uno sforzo programmatico e di progettazione che risulta ancor oggi carente e che ci vede indietro rispetto ad altre realtà territoriali della Sicilia e del meridione d’Italia. Paghiamo nel quadro complessivo l’assenza di Milazzo e Barcellona sull’Agenda Urbana strumento che avrebbe consentito un percorso in discesa sul PNRR, sul Piano Strategico e sul Piano di Mobilità Sostenibile dell’Area Metropolitana”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.