Condividi:

Dopo la polemica di giovedì sera col sindaco Formica, il presidente del Consiglio comunale Gianfranco Nastasi ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.

“In merito alla richiesta di dimissioni da presidente del consiglio sulla mia persona , il sottoscritto evidenzia che il sindaco non essendo consigliere, non mi ha votato alla presidenza. E’ ben curioso che possa togliermi la fiducia che non mi ha mai dato, mi sorprendo che usi la politica ove convenga, dimenticando fino ad oggi il ruolo del consiglio comunale (di indirizzo e controllo) dell’amministrazione. Mi sorprendo altresì dell’uso del regolamento consiliare che viene preso in considerazione quando si evidenzia l’assenza di interventi preliminari (che nella passata amministrazione venivano usati per non far andare avanti i lavori del consiglio dai consiglieri che facevano riferimento a lui), ma ci si dimentica che, nello stesso, è ben citato che alle interrogazioni il sindaco e/o i suoi assessori devono dare risposta entro trenta giorni. Ci si dimentica anche che le mozioni sono di indirizzo all’amministrazione e, puntualmente non vengono applicate. Purtroppo noto con rammarico ed un po’ di apprensione che ha anche dichiarato di non aver avuto rappresentanza consiliare nella trascorsa amministrazione. Ricordo con piacere i consiglieri Scicolone, Nuccio Saraò e Nino De Gaetano (tutt’ora presente).

Reinvito il sindaco a tornare ad occuparsi, non di mettere il bavaglio a noi consiglieri ma, a riprendere (se mai ce ne fosse stato) il rapporto ed il dialogo con la gente, con i suoi dipendenti, con il consiglio in tranquillità e pensare ai quotidiani problemi che attanagliano la nostra comunità.

Ringrazio per ultimo i consiglieri comunali che ieri, nonostante gli interventi preliminari ed il prolisso intervento del sindaco, hanno approvato ben, un assestamento di bilancio e due regolamenti (sponsorizzazioni e la consulta giovanile).”

Il sindaco Formica chiude la polemica col presidente Nastasi. Dopo il “botta e risposta” verificatosi in Aula consiliare nella seduta di giovedì sera tra il presidente Nastasi e il sindaco Formica, il primo cittadino ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.

“Chiudo una polemica che non serve alla città, precisando di non avere mai chiesto al Presidente del Consiglio Comunale di dimettersi. Per verificarlo basta rivedere lo streaming della seduta di ieri. Viceversa ho certamente detto che la sua presa di posizione ha determinato una modifica degli assetti politici usciti dalle elezioni. Per dirla con maggiore chiarezza, considero Nastasi fuori dall’originario patto di maggioranza che lo ha portato alla presidenza dove, per quanto mi riguarda, può restare sino alla fine del mandato. Come sempre non rinuncerò a dire il mio punto di vista sulle questioni tutte che riguardano Milazzo e i Milazzesi, ivi comprese quelle che attengono alle modalità di gestione dei lavori d’aula”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.