Condividi:

Si terrà mercoledì 19 maggio alle 12 in Aula consiliare la conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio di igiene ambientale avviato il mese scorso dalla Caruter di Brolo nella città di Milazzo.

L’obiettivo della ditta, che gestirà a Milazzo l’appalto per i prossimi sette anni, è fornire ai cittadini tutte le informazioni per una corretta attività di smaltimento dei rifiuti rispettando tutte le indicazioni fornite.
Ciò per tentare di vincere la grande scommessa di una città più vivibile, più sana, più bella e che, a regime, dovrebbe comportare anche un risparmio per le famiglie e le aziende.
All’incontro, che si svolgerà in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, ma che potrà essere seguito dai cittadini in streaming sulla pagina istituzionale di FB “Città di Milazzo”, parteciperanno oltre ai responsabili dell’azienda, il sindaco Pippo Midili ed i funzionari dell’ufficio Ambiente di palazzo dell’Aquila.

Il consigliere comunale Santino Saraò ha presentato un regolamento che dovrà passare al vaglio prima della competente commissione consiliare e poi dell’Aula per definire l’erogazione di contributi a soggetti economici privati al fine di “stimolare ed incentivare la crescita e la salvaguardia dell’economia locale con particolare riguardo alle attività commerciali, artigianali e tradizionali incentivando l’apertura di nuove attività e la salvaguardia di quelle esistenti”.
“L’obiettivo – sottolinea il consigliere di Forza Italia – supportare quei soggetti che avviano una nuova attività economica o che siano subentrati in un’attività esistente nel territorio milazzese. L’erogazione del contributo è legata ovviamente alle disponibilità dell’ente e alla capienza di bilancio. I settori interessati sono commercio al dettaglio, vendita in locali aperti al pubblico da parte di produttori agricoli non nell’ambito dell’azienda agricola, somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, artigianato settore alimentare, turismo e fornitura di servizi alla persona che svolgano attività in locali con superficie non superiore a 150 mq per le attività di commercio al dettaglio e a 250 mq per le altre tipologie di attività. E’ chiaro che il Regolamento prevede il rispetto di alcuni requisiti di ammissibilità
L’importo del contributo è commisurato all’onere fiscale per l’attività esercitata e quantificato come segue sia per le nuove attività che per i subingressi in attività esistenti: fino al 100% del valore dell’imposta comunale sugli immobili relativa all’immobile; fino al 100% del valore di quanto dovuto per il servizio di raccolta rifiuti e comunque non inferiore ad € 1000,00. Il contributo massimo erogabile a ciascun soggetto beneficiario per ogni singola attività esercitata non potrà in nessun caso essere superiore all’importo di € 3.000,00 annui.
Il contributo verrà erogato per i 2 anni successivi all’anno di avvio dell’attività”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.