Condividi:

L’Amministrazione comunale ha conferito incarico ad un pool di professionisti dello studio Ufo (Urban future organization) di Giammoro per supportare l’ufficio tecnico comunale alla redazione della rielaborazione del Piano di utilizzo delle aree demaniali (PUDM).
Già nella giornata di ieri sono concretamente iniziate le prime attività e con un drone si è proceduto a rilevare l’attuale linea di costa del lungomare di ponente e levante e delle aree limitrofe.
L’obiettivo è dunque giungere in tempi brevi alla redazione degli elaborati da sottoporre alla pre-valutazione da parte del competente ufficio regionale (DRA-UTA) e superare le numerose criticità già rilevate nel piano del 2018, previa valutazione della giunta municipale.
All’inizio di questa settimana sono scattati i dieci giorni per la presentazione delle osservazioni da parte dei soggetti portatori di interesse.

Intanto in merito alla carenza di personale che sta fortemente penalizzando la pronta risposta agli utenti che presentano pratiche nel settore tecnico- urbanistico, rischiando di mettere in discussione anche i benefici che gli stessi utenti possono avere con i vari bonus. Per tale ragione l’Amministrazione ritiene fondamentale potenziare l’organico.
Un intento frenato però dai limiti sulle assunzioni. Per tale ragione il sindaco Midili e l’assessore Romagnolo hanno inviato una nota al ministero dello Sviluppo economico per chiedere l’assegnazione di risorse “a valere sul fondo istituito nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico al fine di consentire a questo Ente di far fronte tempestivamente ai maggiori oneri di gestione in ordine ai procedimenti connessi all’erogazione dei vari benefici”.
Nella nota si evidenzia che “sono già, ad oggi, pendenti numerose pratiche inevase di accesso atti e consequenziali istruttorie afferenti eco-bonus 110%”.
La richiesta del Comune mamertino è quella di poter assumere a tempo determinato e parziale (h24), per la durata massima di un anno, non rinnovabile, di quattro unità di personale da impiegare ai fini del potenziamento degli uffici preposti a tali adempimenti in deroga ai limiti di spesa stabiliti dalla normativa.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.