Condividi:

Si è svolta questa mattina a palazzo dell’Aquila una riunione tra il sindaco Midili, il responsabile ed i funzionari dell’ufficio Ambiente e i rappresentanti della ditta Caruter per fare il punto della situazione sul servizio avviato la scorsa settimana e conoscere la pianificazione dell’azienda per effettuare una corretta attività informativa ai cittadini.
Il responsabile della Caruter, Massimo Caruso ha spiegato che in questo periodo l’attività è partita in maniera sperimentale cercando di assicurare la raccolta in maniera costante e continua su tutto il territorio cittadino evitando ritardi o l’accumulo di rifiuti. L’azienda ha predisposto un programma che prevede la consegna dei kit di raccolta (5 contenitori) per l’utenza domestica e commerciale.
Da metà maggio incontrerà gli amministratori condominiali per stabilire la categoria di kit da fornire e sarà anche pubblicato un video informativo (nel primo anno ne sono previsti ben 52) per dare tutte le informazioni sul servizio. Saranno creati profili social e saranno operativi una App e il sito dove sarà possibile, in aggiunta ai numeri telefonici già indicati, procedere anche alla prenotazione per il ritiro degli ingombranti. Riguardo alle difficoltà che i cittadini stanno registrando, il responsabile della Caruter ha spiegato che ciò è provocato da numerosissime richieste che l’azienda sta tentando di soddisfare ma che vi sono già dei tempi di attesa. Da qui il consiglio di prenotare attraverso il sito.
Il sindaco Midili ha ribadito sottolineato che effettivamente la raccolta è partita in sordina, anche se lunedì scorso, giorno di avvio del nuovo calendario di raccolta dei rifiuti sono state raccolte a Milazzo ben 16 tonnellate di umido, cosa mai avvenuta in passato, evidenziando la necessità di operare tutti gli accorgimenti e soprattutto stabilire una interazione con i cittadini sia per un corretto conferimento, sia per evitare ritardi nella raccolta. Ha sottolineato la necessità di rispettare le indicazioni del calendario in quanto già sono stati attaccati i primi tagliandini rossi sui sacchetti non ritirati in quanto contenente un rifiuto diverso. Un invito ai cittadini a stare più attenti perché il proseguire di determinati atteggiamenti potrebbe portare a sanzioni.
E a proposito di sanzioni il sindaco ha anticipato che a breve saranno installare le fototrappole per identificare chi getta indiscriminatamente i rifiuti per strada. Quello dell’igiene ambientale è un servizio che costa parecchio ed è a carico dei cittadini. Dobbiamo fare in modo di contenere il più possibile e per quanto possibile i costi, incrementando la differenziata e al tempo stesso pretendendo che la ditta appaltatrice faccia tutto quello che è previsto nella perizia.

Intanto, ha preso il via oggi presso numerose farmacie cittadine l’iniziativa benefica denominata “farmaco sospeso” promossa dall’Associazione Hermes con il patrocinio del Comune di Milazzo.
L’iniziativa è volta a sostenere tutte quelle persone che si trovino in difficoltà nell’acquistare farmaci da banco e consiste nella possibilità per gli utenti di donare, attraverso dei salvadanai realizzati dall’Associazione Hermes ed allocati all’interno delle Farmacie ricadenti sul territorio comunale aderenti all’iniziativa, un contributo per l’acquisto dei farmaci.
Con il ricavato saranno realizzati dei buoni acquisto per farmaci da banco che verranno consegnati dai volontari dell’Associazione Hermes a nuclei familiari in stato di bisogno, individuati di concerto con il Servizio Sociale comunale.
Soddisfazione è stata al riguardo espressa dall’Assessore ai Servizi Sociali Simone Magistri, il quale ha ringraziato l’Associazione Hermes e le farmacie cittadine per la lodevole iniziativa portata avanti a sostegno di quei cittadini milazzesi che, anche a causa dell’attuale situazione pandemica, non dispongono delle risorse necessarie per l’acquisto dei farmaci.

Infine la Consulta Cittadina dello Sport comincia a prendere forma. Al bando pubblicato dall’Amministrazione comunale hanno risposto 26 persone che hanno inviato richiesta di partecipazione a tale organo consultivo. Adesso, come spiegato dall’assessore allo sport, Antonio Nicosia, si procederà alla valutazione dei requisiti e si procederà a convocare la prima riunione della Consulta.
“Da una prima visione rispetto alle ASD, SSD e soggetti interessati che hanno aderito al bando – ha detto Nicosia – esprimiamo piena soddisfazione per il numero di partecipanti e il coinvolgimento plurimo delle discipline sportive. Oltre agli sport tradizionali è apprezzabile l’interesse manifestato da discipline di squadra e individuali intese “minori” e soprattutto dalle palestre. La presenza delle palestre è un segnale importante per la ripresa, dello sport in generale, che tutti attendiamo con i migliori auspici e la possibilità di utilizzare gratuitamente gli spazi all’aperto nelle disponibilità del Comune, così come di recente deliberato, conferma l’unanime volontà di contribuire alla ripartenza dopo questa difficile fase di pandemia”.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.