Condividi:

Dal pomeriggio odierno si è ripreso a conferire nella discarica di Alcamo. Ma c’è da recuperare almeno tre giorni di mancata raccolta e quindi la ditta, peraltro ormai in scadenza, sarà costretta ad un lavoro straordinario per cercare di portare alla normalità una situazione di grande disagio che si registra sia in centro, sia in periferia. Praticamente da sabato il sistema è andato in tilt e in diverse zone è ancora presente l’umido che – è stato spiegato – non è stato ritirato ieri mattina sol perché i mezzi erano carichi di altra immondizia.
Quasi sicuramente sarà tolto domattina unitamente alla indifferenziata anche se – si prevede – il ritorno alla normalità solo nella giornata di mercoledì.
Nei prossimi giorni intanto si attende anche l’insediamento della nuova ditta.
Il Tar di Catania ha infatti respinto la richiesta di sospensiva della “Super Eco” avverso la mancata ammissione alla gara d’appalto bandita dal Comune, in quanto la stessa non avrebbe dimostrato – scrivono i giudici – “che i requisiti tecnici ed economici necessari alla partecipazione alla gara siano già posseduti in proprio, anche senza ricorso al contratto di affitto di azienda”.
Il ricorso sarà trattato in via ordinaria il prossimo 17 settembre.
Pertanto a dover eseguire il servizio sino al prossimo 30 settembre sarà la “Siculcoop” di Rometta che il mese scorso si è aggiudicata l’appalto offrendo l’importo di un milione e 325 mila euro a fronte del prezzo a basta d’asta posto dal Comune pari a 1 milione e 381 mila euro.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.