Condividi:

In merito alla sentenza del Tribunale di Barcellona P.G. che ha portato all’assoluzione di ex Dirigenti della Raffineria di Milazzo, imputati a vario titolo di omicidio colposo, lesioni personali colpose, connessi a presunte violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, soprattutto in relazione alle malattie, interviene il CAD Milazzo con il presidente Giuseppe Marano: “Alcune delle quali avrebbero condotto anche alla morte – contratte da alcuni ex-lavoratori, in particolare associate alla presunta esposizione ad amianto nell’ambiente di lavoro.

Pur precisando la nostra estraneità al processo, in quanto né la nostra Associazione CAD Sociale, né i nostri associati erano costituiti parti civili nel detto processo, né peraltro i nostri Legali (quali l’Avvocato Antonio Giardina) si sono mai occupati del caso, esprimiamo in ogni caso – pur nel rispetto della sentenza, di cui non conosciamo le motivazioni – la nostra vicinanza ai detti lavoratori o familiari degli stessi che non hanno veduto riconoscere le loro ragioni, rimanendo a disposizione per ogni aiuto possibile”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.