Condividi:

Dopo anni di attesa per la mancata messa in sicurezza del territorio, in prossimità del torrente “Mela”, il comitato dei cittadini di Bastione a Milazzo, fa sentire la sua voce sulla grave situazione attraverso una lettera inviata al prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi.

“A distanza di tanto tempo, sono trascorsi 47 anni dallo straripamento del torrente Mela, – si legge nella missiva a firma di Stefano Maio – che ha provocato la rottura degli argini, e da allora nulla è stato fatto per sistemarlo.

Negli anni successivi abbiamo subito altre due esondazioni, la prima il 22 novembre 2011 e la seconda il 10 ottobre 2015, che hanno causato notevoli danni alle abitazioni e alle attività produttive, senza avere avuto fin’ora nessun risarcimento.

Da troppo tempo siamo in attesa di vedere attuati gli interventi necessari, al fine di tutelare l’incolumità e la salute dei cittadini.

Purtroppo, da anni registriamo ritardi e inadempienze da parte dell’Assessorato Regionale Ambiente e territorio ed anche dalla Protezione Civile Regionale e Provinciale, ritardi che non trovano nessuna giustificazione.

Se è vero come è vero che dal 10 ottobre 2016 il Direttore della Protezione Civile di Messina Ing. Alfredo Biancuzzo è stato nominato responsabile unico procedimento per gli interventi di messa in sicurezza, ripristino degli argini e rimozione del sovralluvionamento del “torrente Mela”, avendo avuto assegnato una perizia di somma urgenza di 700 mila euro e stiamo ancora aspettando i lavori da fare.!

Stesso discorso si può fare per quanto riguarda la somma di 800 mila euro assegnata alla Provincia Regionale di Messina, responsabile unico procedimento l’Arch. Francesco Orsi, fondi del 2011 dati dalla Protezione Civile Regionale, per mettere in sicurezza il ponte che collega Milazzo a Barcellona P.G. e stiamo ancora aspettando i lavori da fare.!

In ultimo, Le segnaliamo la situazione più importante, a dicembre 2016 il Genio civile di Messina Ing. Leonardo Santoro, con grande impegno ha presentato all’Assessorato Regionale Ambiente e teritorio il progetto per la definitiva messa in sicurezza del torrente Mela, previsto dal Patto per la Sicilia, importo di 5 milioni 970 mila euro da utilizzare entro il 2017, noi stiamo ancora aspettando le relative autorizzazioni da parte della Regione.!

In questo quadro, come comitato – concludono – le chiediamo un suo autorevole intervento nei confronti degli Enti sopracitati, al fine di avere certezze sui lavori necessari per dare risposte concrete agli abitanti dei comuni di Milazzo e Barcellona P.G. “

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.