Condividi:

Vicenda terribile che getta nello sgomento e nel dolore la comunità taorminese, dopo la morte di un giovane ventenne tunisino, dopo essersi schiantato sugli scogli mentre si trovava a Capotaormina per pescare insieme ad un amico e il fratello.

I familiari hanno chiesto l’aiuto economico al Comune per far fronte al costo dei funerali. Il Comune di Taormina si è reso subito disponibile, con il sindaco Mario Bolognari che ha incaricato gli uffici che si sono occupati di contattare la ditta di pompe funebri.

I genitori del povero ragazzo, Ben Diala Faker, vent’anni tra qualche settimana, con piena umiltà e dignità hanno comunicato ai carabinieri che non erano in grado di affrontare le esequie.

La salma del giovane si trova ancora nella camera mortuaria del cimitero di Taormina e sarà restituita ai genitori in giornata. La famiglia ha contattato il consolato tunisino con l’obiettivo di portarlo nel paese di origine.

Sulla dinamica del grave accaduto, dalle prime ricostruzioni dei Carabinieri, diretti dal capitano, Arcangelo Maiello, il giovane sarebbe scivolato dalla gradinata battendo violentemente la testa sugli scogli e morendo sul colpo. Sul posto i primi soccorritori hanno constatato il decesso.

Potrebbe interessarti: http://www.messinatoday.it/cronaca/morto-taormina-scogli-incidente-funerali-comune.html

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.