Condividi:

Iniziativa ‘simbolica’ lodevole nel piccolo e ridente comune tirrenico a sostegno dei diritti, grazie alla collaborazione tra Comune e associazione Cirano e movimento LGBT.

Per il sindaco Francesco Iarrera: “Proponiamo un paese dove ogni cittadino abbia il diritto di espressione, di critica, di fede religiosa e di orientamento sessuale.

Lavoriamo assieme per costruire un paese in cui nessuno si senta emarginato, oppresso o intimidito. Oliveri è un paese in cui ognuno può sentirsi libero di essere ciò che è. Grazie all’Associazione Cirano per l’iniziativa proposta.

Grazie al movimento LGBT per ricordarci che “un diritto non è ciò che ti viene dato da qualcuno, ma ciò che nessuno può toglierti.” Grazie alla Leggio Impianti per avere portato in alto i colori della libertà. L’amore, è ciò che conta”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.