Condividi:

Un meraviglioso biglietto da visita per la ridente cittadina. Un opera inedita e dal grande impatto visivo che rappresenta storia, tradizione e bellezze del paese. Lo splendido manufatto donato da Eurofiere, ideato dall’ Arch. Francesca Ravidà e decorata da Amedeo Forlin.

A Oliveri, nonostante le difficoltà e l’ombra del covid, la giovane amministrazione capeggiata dal sindaco Francesco Iarrera continua il suo percorso di rinascita alla scoperta dell’identità e della bellezza.

Questa volta l’area interessata è l’entrata del paese. Ieri è stata inaugurata la scritta “Oliveri” lunga 10 metri e alta 1,70. Ogni lettera raffigura e racconta la storia del piccolo paese tirrenico, un opera d’arte unica nel suo genere. L’opera è stata creata dall’artista internazionale Amedeo Forlin, ideata dall’architetto Francesca Ravidà e donata dalla ‘Eurofiera’ della famiglia D’Amico.

Questa è la ciliegina sulla torta dopo un anno fatto di numerose iniziative portate avanti con spirito di sacrificio e costanza. “Con questa opera, Iarrera e i suoi ragazzi scrivono la storia, compiendo in un anno una vera rivoluzione, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”, dichiara l’assessore Scardino.

Esprime grande soddisfazione il sindaco Iarrera: “Emozionato e onorato, un lavoro immenso, con tante difficoltà. Non vogliamo rassegnarci, non lo meritiamo noi e non lo meritano i miei concittadini. I sogni a Oliveri si avverano, la strada è lunga, ma insieme raggiungeremo obiettivi importanti. Grazie di vero cuore a tutte le persone che ci stanno vicino e che credono nel nostro progetto, in questo mondo nessuno si salva da solo, e Oliveri ne è la dimostrazione più grande.”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.