Condividi:

“L’assessore Gucciardi saprà difendere sui tavoli romani la costituzione degli ospedali riuniti”.  Il gruppo ‘Pdr Sicilia Futura’ ritiene che la logica degli ospedali riuniti sia l’unica perseguibile in questa fase storica, per garantire i livelli assistenziali sanitari necessari ad una popolazione così numerosa come quella dell’hinterland barcellonese e milazzese.

“Abbiamo accettato questa soluzione degli ospedali riuniti perché condividiamo che, in un ottica di spending review, – si legge nella nota del gruppo consiliare – non si possano mantenere reparti doppione che eroghino prestazioni di livello nel giro di pochi chilometri. Tuttavia non può certamente neanche essere concepibile depauperare una struttura in favore dell’altra senza una logica ripartitoria, e non per una questione di campanilismo che non ci appartiene, ma perché, isolate, le due strutture non sarebbero, vista la contrazione programmata del personale medico e sanitario nell’isola, sufficienti a garantire i servizi essenziali di base alla mole di utenza che servono e rischierebbero solo il collasso. In questa direzione abbiamo garantito, e continueremo a farlo, la massima collaborazione con i Sindaci delle due città, il dott. Roberto Materia e l’avv. Giovanni Formica, ed a quelli del Distretto socio sanitario competente, e saremo ancora una volta al loro fianco nelle interlocuzioni previste per la prossima settimana in commissione sanità e con l’Assessore regionale Gucciardi. In questo frangente è importante che la Regione Siciliana si rivolga a Roma affinché riceva il nullaosta necessario per superare gli ostacoli tecnici e burocratici per l’auttuazione della ridistribuzione dei reparti tra le due strutture sanitarie, in deroga a quelle che sono le direttive nazionali del decreto Balduzzi che oggi impediscono al direttore generale Sirna di realizzare il cronoprogramma senza rischiare che gli atti vengano impugnati davanti alle ad al TAR o essere poi sanzionati dalla Corte dei Conti competente. Auspichiamo dunque un dialogo dai toni anche “aspri e ruvidi” ma mai strumentale o con doppie finalità politiche che rischierebbe solo di dividerci e farci perdere l’obiettivo comune che è la salvaguardia del nostro Polo Ospedaliero Riunito e la creazione di strutture che erogano buona sanità a favore dei Cittadini!”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.