Condividi:

Beccata mentre esercitava l’attività di parrucchiere senza alcuna autorizzazione. È quanto emerso da un controllo effettuato dai poliziotti delle Volanti nel rione Mangialupi di Messina. Al momento della verifica il salone di bellezza era in piena attività con clienti e dipendenti all’opera.

Le ulteriori verifiche effettuate con personale della Sezione Annona della Polizia Municipale hanno confermato l’assenza delle prescritte autorizzazioni. Si è pertanto proceduto a contestare la violazione di cui all’art.5 della L.174/2005 elevando verbale di 500 euro e a sospendere l’attività.

Contestata, altresì, la violazione del DPCM anti Covid del 3 novembre scorso: nessun rispetto delle linee guida che prevedono l’accesso su prenotazione e in numero adeguato alla capienza del locale, nessun elenco dei clienti da conservare per un periodo di 14 giorni, nessun impianto adeguato per consentire un costante ricambio d’aria degli ambienti interni.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.