Barcellona. Patrizia Zangla vincitrice del Premio Letterario “Franz Kafka–Italia”.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ennesimo successo per la storica e scrittrice Patrizia Zanglà che con il suo “A un figlio amoroso giglio si è aggiudicata il primo posto nella sezione saggistica, del Premio Franz Kafka giunto alla VI Edizione, promosso dall’Accademia Italiana per l’Analisi del Significato del Linguaggio MeQRiMa di cui è Fondatrice e Presidente Rita Mascialino, anche Fondatrice dell’avanguardia culturale ‘Secondo Umanesimo Italiano’ del Progetto ‘Firenze Capitale Europea dell’Umanesimo’.

La cerimonia di premiazione, con il Patrocinio del Comune di Padova e dell’Edirice Cleup dell’Università di Padova, si terrà a Padova Sabato 22 ottobre 2016 alle 16.00 presso la Sala Capitolare della Carità di San Francesco Grande. L’Opera “A un figlio, amoroso giglio” sarà anche pubblicata nel volume speciale della Cleup, Editrice Università degli Studi di Padova, in ‘Rassegna di Scrittori e Artisti del Premio Franz Kafka Italia’.

Negli stessi giorni, il 28 ottobre, si terrà a Praga la cerimonia di premiazione del Premio di Letteratura Internazionale della Franz Kafka Society di cui è risultato vincitore lo scrittore e germanista Claudio Magris.

Patrizia Zangla è docente, saggista e storica, giornalista pubblicista. Responsabile dei Progetti Educativi del Centro Studi Chimici-Falcone, Centro Studi Documentazione sulla Mafia, diretto dal Professore Saverio Di Bella dell’Università di Messina. Specialista di Storia Contemporanea. Numerose le pubblicazioni accademiche. Il saggio –1943-1945: l’Italia in camicia nera. Storia e costume dall’Italia fascista alla Resistenza, Leone Editore Milano, ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria Franz Kafka, Il Premio Internazionale “Letteratura” dell’Istituto di Cultura di Napoli e della Rivista Nuove Lettere, XXX Edizione, tributato dalla Giuria internazionale, e ancora il Premio Internazionale della Giuria Città di Cattolica, dalla Giuria presieduta da Giuseppe Benelli anche Presidente del Premio Bancarella. Il saggio è stato ai vertici della classifica nazionale dei Libri IBS sul “Fascismo e Nazismo” più venduti in Italia. Per oltre un mese ha occupato il secondo posto della top ten. Recensito fra l’altro su la Repubblica dalla giornalista Silvana Mazzocchi, in “Le donne, la cronaca, la società italiana dal fascismo alla Resistenza”. L’Opera è presente in moltissime Biblioteche nazionali, fra l’altro è stata acquisita dalla Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” e dalla Biblioteca dell’Università di Vienna. Acquisita dalla Biblioteca Universitaria di Genova e dalla Biblioteca  “Federico II” di Napoli. La scrittrice è stata ospite di Mediaset al Tg Com 24 in occasione dello Speciale sul Discorso d’insediamento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. –A un figlio, amoroso  giglio. Viaggio dagli anni Cinquanta agli Anni di piombo, dalla Guerra fredda alla Jihad– Leone Editore, Milano (Novembre 2015). L’Opera è presente in molte importanti biblioteche nazionali e universitarie, acquisita dalla Biblioteca Universitaria di Vienna. Finalista al Premio Letterario Cerruglio 2016. Vincitrice del Premio Letterario Nazionale “Franz Kafka” 2016, VI Edizione .

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.