Condividi:

Una terribile disgrazia colpisce la comunità pattese e l’Ospedale ‘Barone Romeo’, che perde in modo prematuro a soli 55 anni, Carmelo D’Andrea, egregio uomo ed eccellente caposala del reparto di rianimazione. 

Dalla prima ricostruzione, il corpo del sanitario è stato trovato senza vita all’interno della sua abitazione a San Giovanni. Vani i tentativi dei colleghi ed amici di chiamarlo al telefono, non giungendo nel nosocomio. Da qui la corsa a casa per ritrovarlo morto.

Il caposala, originario di Messina, da oltre venti anni viveva nella cittadina pattese, persona amata molto affabile e stimato nella sua professione di caposala di un reparto complicato nella gestione dei casi, soprattutto negli ultimi anni di emergenza pandemica.

Un uomo buono ed affabile sempre con il sorriso anche nei momenti più difficili in Ospedale, da quanto raccontano colleghi ed amici, attraverso i vari post sopraggiunti su Facebook dopo la tragica notizia.

D’Andrea metteva al centro della sua vita professionale, impegno, dedizione e costante lavoro, dimostrando estrema empatia con i colleghi e amici e soprattutto con i pazienti di un reparto in cui i rapporti sono costanti.

Un fulmine a ciel sereno che si abbatte nella comunità di Patti e che ha strappato il cuore ad amici e colleghi, in lacrime per una triste dipartita di uomo e un professionista esemplare nei modi e nello stile.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.