Condividi:

Al via ieri sera a Patti, in provincia di Messina, la IV edizione dell’ Indiegeno Fest 2017, con un grande ospite di eccezione: il testeriesta e compositore Dj Boosta, componente storico della famosa band piemontese dei Subsonica, gruppo all’avanguardia del rock elettronico.

La serata, caratterizzata da tanta musica, ha avuto inizio con l’esibizione di vari artisti sul lungomare di Patti Marina, con palchi dislocati in vari punti, ed ha avuto il merito di unire musica, tradizione e natura..
Il Festival, organizzato da Leave Music, si svolgerà dal 4 al 10 agosto tra le spiagge del golfo di Patti e il Teat ro Greco di Tindari, ed ospiterà numerosi cantanti tra cui Carmen Consoli e Brunori Sas.
Collegato al Festival, ci saranno numerose escursioni organizzate dall’Associazione PFM (in qualità di partner) e darà ai partecipanti la possibilità di conoscere il territorio ed i siti di maggior interesse culturale e naturalistico.
Le escursioni si svolgerannoa partire da venerdì 4 agosto, con la visita guidata sia via terra che via mare dei laghetti di Marinello, sotto il promontorio di Tindari..
Tali escursioni daranno la possibilità di ammirare le peculiarità dei laghetti, della vegetazione, caratterizzata da diverse specie endemiche e della fauna caratterizzata da uccelli migratori come il Fenicottero rosa.
Vi è inoltre la possibilità di effettuare la visita via mare in barca tra i laghetti di Marinello, la costa tra Capo Tindari e le grotte e i faraglioni di Mongiove.
Ma torniamo al concerto di ieri sera.
Sono stati Dj William(electro/house) e Ryko TDM(electro DNB) ad aprire e chiudere il Djset di Davide”BOOSTA” Dileo dei Subsonica.
Già a partire dalle 19:00 ha avuto luogo, sempre nell’ambito del Festival, lo street food con la partecipazione della Cousine de Silvie la quale con maestria ha preparato piatti tipici della gastronomia siciliana come il panino con panelle e crocchè di patate, il panino con “la meusa” (con la milza, tipico della cucina palermitana), il cous cous di verdure ed il dolce tipico della tradizione siciliana, il cannolo di ricotta.
La serata è poi proseguita con Indiegeno Busking, in collaborazione con la Festa della Musica di Torino,che ha trasformato il lungomare di Patti Marina in una vera e propria “music street”, dove musicisti da tutta Italia si sono alternati su diversi palchi come William V. Wilson (che ha suonato brani tipici del folk inglese), Daniele Chiaramida (che ha suonato musica folk), Timboscica ( che ha suonato brani di di alternative/post rock), Livio Livrea (cantautore/pop), Giulia Olivari( pop d’autore), e poi anche Elasi, Marati e Drugo con il complesso Napoleone.
Parte del ricavato del Festival sarà donato al Meetup Terre di Tindari, che si sta impegnando per la riforestazione del territorio di Patti.

Angelo Cannella

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.