Condividi:

Arrestato nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Stazione di Patti (ME), -in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti,- il pattese L.G.F., 44enne, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di truffa.

Nello specifico, i militari dell’Arma hanno rintracciato l’uomo e lo hanno arrestato poiché condannato alla pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione per il reato di truffa. I Carabinieri hanno accertato oltre 50 casi di truffe informatiche commesse dal 2010 al 2014 dall’individuo su tutto il territorio nazionale, secondo modalità ben consolidate e sperimentate: l’uomo trattava la vendita di elettrodomestici, materiale informatico e fotografico, facendosi versare le somme pattuite su carta prepagata, senza poi inviare la merce.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) per l’espiazione della pena.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.