Condividi:

La ditta Ricciardello ha cominciato nella mattinata di oggi i lavori relativi al ponte di Calderà, che erano stati consegnati il 13 dicembre scorso. In quell’occasione, la ditta aveva annunciato di anticipare i tempi di consegna entro l’estate 2020, in sostanza anche prima dei 250 giorni previsti da contratto.

Sono stati predisposti stamane i primi interventi della ditta Ricciardello, responsabile dei  lavori di ricostruzione del ponte sul torrente Longano a Calderà. In particolare, il lavoro delle ruspe ha riguardato la rampa del versante est, di Calderà, in prossimità dello spazio cantiere realizzato in una parte del parcheggio utilizzato dalle auto per raggiungere il ponte bailey, grazie al quale, per otto anni, si è riusciti a garantire il collegamento provvisorio tra le due sponde.

Come già accennato, a momento della consegna dei lavori, la ditta si è mostrata ottimista riguardo la tempistica: estate 2020 giugno, cioè -al netto di eventuali difficoltà che dovessero sorgere durante gli interventi- 250 giorni prima rispetto alla scadenza prevista nel capitolato d’appalto.

“E’ il modo migliore per iniziare il 2020 – afferma l’assessore Tommaso Pino – con le ruspe al lavoro sulla ricostruzione del ponte, dopo un iter burocratico lungo e tormentato”.

Buon avvio di 2020 nelle infrastrutture del Longano, soprattutto per un ponte fondamentale per la viabilità delle frazioni marinare ed anche arteria indispensabile per i comuni limitrofi, che si aspetta da ben otto anni.

 

 

 

Livia Di Vona

Foto: (Da FB Tommaso Pino)

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.