Condividi:

L’associazione culturale di promozione sociale e turistica “Mariterra”, dopo aver organizzato numerosi eventi a favore della tutela ambientale, dell’ecologia, letterari e per la rigenerazione urbana, si appresta ad organizzare una importante mostra dal titolo “Radici nel mare: tradizioni e identita’ marinare del territorio”.

L’esposizione sarà inaugurata sabato prossimo 22 ottobre alle ore 18, nelle 4 sale ubicate al primo piano della Torre di Carlo V di Porto Empedocle.

Il progetto si avvale, come da sempre nello spirito dell’associazione, di una ricca collaborazione di giovani  professionisti del nostro territorio, quali Antonino Frenda che ha curato i testi, le foto di Nuccio Zicari, e la parte grafica di Fabio Florio, solo per citarne alcuni. L’evento è stato reso possibile grazie alla fitta rete di scambio con le varie associazioni presenti nei territori limitrofi e mira a restituire alla comunita’ una fetta di storia spesso dimenticata e poco valorizzata, intersecandosi  nel complesso rapporto tra le singole realtà territoriali ed il mare.

L’Associazione Mariterra ha voluto cogliere tale suggestione proprio nella costa agrigentina, spazio materiale e simbolico dove uomini, storie e ritualità sono stati e sono ancora “radicati nel mare”.

Radici nel mare vuole infatti farsi testimonianza viva e contemporanea di tale radicamento, offrendo un percorso documentale tra fotografia e sguardo etnoantropologico sugli aspetti culturali che caratterizzano le comunità costiere agrigentine.

La mostra “Radici nel mare” sarà visitabile tutti i giorni, dal 22 ottobre al 27 novembre, la mattina dalle 9 alle 13, ed il pomeriggio dalle 16 alle 20.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.