Condividi:

Giornata impegnativa per il presidente della Regione, Nello Musumeci, sul fronte socio-economico si resta in attesa da Roma del placet al Piano per i ristori alle imprese, predisposto dal governo regionale per l’utilizzo di 250 milioni di euro del Fondo di sviluppo e coesione, e dall’altro è in corso la riunione sul trend di contagi e vaccini con i Direttori Generali delle nove provincie siciliane.

In merito al Piano Ristori, con la riprogrammazione delle risorse, già deliberata dalla Giunta di governo, si tende a garantire sostegno al credito anche per le aziende più fragili.

L’obiettivo della Regione è quello di evitare la polverizzazione delle risorse che non risolverebbe alcun problema di tenuta e di favorire invece la concessione di capitale immediatamente spendibile per far ripartire il sistema produttivo siciliano: prestiti a tasso zero di interessi e rimborsabili a lungo termine.
Questa, in sintesi, è anche l’intesa raggiunta nei giorni scorsi dalle più rappresentative organizzazioni di categoria durante l’incontro a Palazzo Orleans con i dirigenti degli uffici della presidenza e degli assessorati alle Attività produttive e all’Economia.
“Lo sforzo che il governo regionale sta compiendo, sia chiaro – precisa il presidente Musumeci – non può essere sufficiente se non è accompagnato dagli interventi del governo nazionale, che speriamo siano più incisivi di quelli operati finora.
Servono risposte più puntuali e noi, assieme ai 250 milioni previsti, metteremo in campo anche i cento milioni di euro di sostegno al credito, garantiti dalla convenzione della Bei con l’assessorato all’Economia”.

Intanto è in corso un vertice, nel pomeriggio di oggi al PalaRegione di Catania, con tutti i direttori generali della sanità siciliana, voluto dal presidente della Regione Nello Musumeci per fare il punto sull’andamento dei contagi e sul potenziamento dei punti vaccinali nelle nove province dell’Isola. Quanto a Palermo, dove si è resa necessaria la dichiarazione della zona rossa, d’intesa con il sindaco della città, nel corso dell’incontro il governatore ha voluto una relazione dettagliata dei posti letto Covid nella provincia di Palermo, dove la pressione sui reparti potrebbe allentarsi già nelle prossime ore.

Quanto alla campagna di vaccinazione, altro tema del vertice, si è stabilito di creare una ventina di punti di somministrazione in tutta la regione, per raggiungere le cinquanta mila dosi, secondo il programma predisposto dal commissario generale Figliuolo. Le postazioni saranno allestite dalla Protezione civile regionale già dalla prossima settimana. Ad apertura dei lavori, Musumeci ha espresso l’auspicio che presto la magistratura possa fare piena luce sulle vicende contestate all’avvocato Ruggero Razza ed ai dipendenti coinvolti.

«Chiedo a tutti – ha detto il presidente Musumeci – uno sforzo particolare in questo momento. La Sicilia è stata in quest’anno di pandemia all’altezza del compito. E questo lavoro enorme e faticoso non può essere vanificato. Sempre all’erta, dunque, accanto alla gente che ha ancora bisogno della nostra sanità, rivelatasi fra le migliori in Italia».

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.