Condividi:

Si rafforza la collaborazione tra la Lega Sicilia e il Movimento per la Nuova Autonomia grazie alla formalizzazione dell’intergruppo parlamentare. I deputati Lega Antonio Catalfamo sarà capogruppo, Orazio Ragusa e Vincenzo Figuccia lavoreranno in sinergia con Giuseppe Compagnone, Roberto Di Mauro e Salvatore Lentini, i tre deputati regionali autonomisti.

Stamattina a Palermo l’incontro tra i deputati dell’intergruppo appena costituito e gli assessori regionali ai Beni Culturali ed alla Famiglia e Lavoro, Alberto Samonà e Antonio Scavone, che faranno sintesi, nella giunta Musumeci, del comune progetto politico.

Ci sono ora sei deputati regionali e due assessori le cui vedute e iniziative tanto nel Governo quanto nel Parlamento siciliano coincideranno. Il gruppo ha ricevuto la soddisfazione del coordinatore regionale della Lega On. Nino Minardo e di Antonio Catalfamo (capogruppo all’Ars):

“Abbiamo trovato molte rotte comuni da seguire insieme ai colleghi autonomisti. Tra i punti discussi oggi la necessità di aumentare e anticipare i ristori per imprese e famiglie e di scuotere tutte le istituzioni, ad ogni livello, per concretizzare il prima possibile gli investimenti in infrastrutture in Sicilia con le risorse del “Recovery Plan”. Tra queste infrastrutture c’è, in primis, il Ponte sullo stretto di Messina, una battaglia storica condivisa con gli autonomisti siciliani e che vede la Lega impegnata con tutte le sue forze. – ha commentato l’On. Catalfamo – Gli altri temi portanti del confronto e della scelta unitaria di oggi sono stati l’agricoltura, i vaccini e le iniziative a tutela dei diritti dei disabili. E poi la Finanziaria, discussa in maniera anche concitata in queste ore all’ARS: l’intergruppo parlamentare di Lega e Autonomisti va compatto in aula per chiedere uno snellimento degli emendamenti e la rapida approvazione di una Legge di stabilità snella ma efficace in quanto a risposte alle categorie più esposte alla pandemia.”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.