Condividi:

Le truffe online sono sempre più all’ordine del giorno. E’ stato fermato il modus operandi di un truffatore seriale, vendeva oggetti più disparati che apparivano in vendita su noti siti e-commerce a prezzi vantaggiosi. L’importo per ogni singolo articolo era cosa da poco. Somme raramente sopra i 100 euro, che invogliavano all‘acquisto e al pagamento anticipato.

Quando la vittima cadeva nella rete effettuando il pagamento, il truffatore svaniva nel nulla. Della merce –  piastre per capelli, un’aspirapolvere, trenini elettrici, accessori e giochi per computer  – nessuna traccia.

Sono stati i poliziotti della locale Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni, coordinati dalla Procura della Repubblica, a fermare il truffatore e a dargli un’identità. L’uomo è stato raggiunto pochi giorni fa da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, su richiesta dello stesso Sostituto Procuratore che ha coordinato le indagini. Indagini scaturite dalla numerose querele presentate dalle vittime del truffatore.

In soccorso dell’ignaro utente-consumatore il decalogo Adoc. Sempre più persone fanno acquisti on line ma le truffe sono sempre di più. Migliaia di persone anche a Messina e provincia si adoperano a comprare sul web, circa un mese fa il Presidente dell’Adoc di Messina, Giuseppe Abate, forniva utili consigli per  comprare sui siti internet.

“Per evitare di essere le trappole degli acquisti on line -scrive Abate – di seguito abbiamo stilato un semplice decalogo per prevenire ogni insidia”

Informativa contrattuale:   Prima di essere vincolato da un contratto a distanza, il consumatore a diritto a ricevere una dettagliata  informativa precontrattuale, in maniera chiara e comprensibile;

Metodi pagamento : E’ possibile effettuare acquisti on line con vari metodi di pagamento. I metodi piu’ sicuri sono le carte prepagate e il contrassegno, mentre sarebbe preferibile non utilizzare metodi che non permettono di essere bloccati o contestati, come i bonifici;

Verifica venditore:  Verifica che sul sito siano presenti tutti i dati che permettono di identificare il venditore. e’ consigliabile fare una ricerca sul nominativo del sito  tramite siti, blog o forum on line , per capire se in qualche occasione si e’ comportato in modo truffaldino;

Diritto di recesso:  La recente normativa europea entrata in vigore lo scorso giugno ha aumentato a 14 giorni il termine per ripensare all’acquisto effettuato on line e decidere di recedere dal contratto. Il tempo utile per esercitare tale diritto  decorre a partire dall’entrata in possesso del bene;

Protezione dati pagamento: verifica che il sito garantisca un’adeguata protezione dei dati al momento del pagamento;

Conserva la documentazione:  conserva con cura copia degli ordini effettuati e di tutte le comunicazioni intercorse. Stampa sempre la pagina e/o la e-mail di conferma dell’acquisto;

Protezione dati personali: non fornire dati personali ne indirizzi e numeri telefonici, se inutili ai fini dell’esecuzione del contratto;

Verifica integrità prodotto:  E’ opportuno che al momento della consegna della merce , il consumatore ne verifichi tempestivamente l’integrita’. Qualora il pacco appaia visibilmente danneggiato e’ opportuno che il consumatore rifiuti la consegna o lo accetti con riserva sulla bolla di consegna. se non lo fa perde il diritto di sostituzione del bene o di risarcimento del danno da trasporti;

In caso di truffa:   Il consumatore deve inoltrare reclamo al rivenditore e procedere poi con la denuncia alla polizia postale;

Condividi l’esperienza:  In caso di disavventure, raccontate la vostra storia su blog e social network  e scrivete alle riviste specializzate, cosi’ da evitare che possa accadere ad altri.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.