Condividi:

L’incontro tenutosi nell’elegante sala regina di Montecitorio durato oltre tre ore, con relatori e interventi di altissimo profilo per i temi trattati e soprattutto per la vera novità: la voce unica in cui è riuscito a fondersi tutto il comparto florovivaistico nazionale che per la prima volta è stato accolto nel cuore del Palazzo della politica italiana.

L’unico siciliano messinese presente, Michele Isgrò, intervenuto al convegno alla Camera dei Deputati sulla Filiera del Florovivaismo, nel suo ruolo di Vice Presidente Nazionale di Asproflor-Comuni Fioriti.
Portare direttamente al tavolo del Governo le proprie idee per un confronto nuovo e di ampia speranza. Il primo segnale di apertura arriva proprio dal Ministro all’Agricoltura Martina che impegnato all’estero non ha voluto far mancare la propria voce delegando il Capo di Gabinetto Dott. Ferrara. A conferma che l’unione fa la forza, sia dall’On. Edoardo Fanucci, Vice Presidente Commissione Bilancio, che dal Massimiliano Atelli, Presidente del Comitato Verde pubblico del Ministero dell’Ambiente e Magistrato della Corte dei Conti, i quali hanno fatto notare come sia cambiato l’atteggiamento del Governo nel momento in cui tutto il settore si è riunito in una sola voce.
L’idea di creare il Coordinamento Nazionale della Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio (CNFFP) staccato dalla politica e dalle sigle sindacali, ma formato dai protagonisti effettivi del settore, nasce circa due anni fa, grazie alla determinazione di alcune grandi associazioni come AssoFlora-Lombardia e Asproflor-Comuni Fioriti, ad oggi coinvolge venti organismi compresi Architetti e Ingegneri del Paesaggio. Un numero destinato certamente a crescere vista la finalità e l’importanza dei temi trattati, oggi in un certo senso precursore del CNFFP nell’area florovivaistica tirrenica è stato Michele Isgrò, grazie al suo nuovo ruolo in Asproflor-Comuni Fioriti ha partecipato al convegno, amplificando anche in Sicilia le finalità.
L’Assessore al Verde Pubblico, Michele Isgrò, che è anche titolare di un azienda vivaistica, non si è lasciato sfuggire l’occasione per promuovere l’importante realtà florovivaistica tirrenica del messinese rappresentando alla Direzione del Coordinamento Nazionale della Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio (CNFFP), la vasta e importante realtà produttiva con particolare riferimento alle pregiatissime produzioni olivicole e agrumicole ornamentali di Terme Vigliatore.
Promuovere la riqualificazione ecologico-ambientale è il decoro delle città è il tema promosso da anni dal progetto “Comuni Fioriti” ed è stato ampiamente espresso dall’Arch. Stefano Boeri, urbanista di fama mondiale interventuto in video conferenza dal Cairo. Qualità dell’ambiente e salute pubblica sono stati trattati dal Dott. Lucio Zinni del Consiglio Nazionale SIMG e dalla Dott. Rita Baraldi, primo ricercatore dell’Istituto Biometereologia del CNR di Bologna.
“Ora che siamo uniti dobbiamo portare insieme la nostra voce a Bruxelles perché è li che si determina la sorte di molti prodotti ed è direttamente li che dobbiamo intervenire ha ribadito il Senatore Giancarlo Susta. Di questo sicuramente se ne riparlerà nel prossimo incontro intermedio previsto l’11 Novembre a Spello (PG) in occasione del convegno di Premiazione Nazionale dei Comuni Fioriti”, ha concluso il Presidente di Asproflor Renzo Marconi intervenuto a Roma un nutrito gruppo di soci .
Nel finire Nada Forbici, Presidente di Assoflora Lombardia e anima del progetto, ha voluto ringraziare e ricordare tutte le organizzazioni del Coordinamento partendo da Francesco Mati del Distretto Floroviaistico Pistoiese entusiasta portavoce, Mario Faro altro siciliano presente a Roma per il Concorzio Florovivaistico Jonico e poi Aiapp, A.I.C.G, Asproflor Comuni Fioriti, Assoiride, Associazione Florovivaisti Veneti, Associazione Vivaisti Italiani, Associazione Giardinieri Reggio E Modena, Associazione Parchi E Giardini D’italia, Assoflorolombardia, Civiitalia, Distretto Plantaregina, Distretto Florovivaistico Della Liguria, Flora Toscana, Florveneto, Sia, Ugai, Umbraflor.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.