Condividi:

Nel pomeriggio del 23 Agosto, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina, hanno arrestato, in flagranza di reato, M.S. 57enne e L.G. 27enne, già noti alle forze dell’ordine, entrambi originari di Catania, ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso e porto di arnesi atti allo scasso.
Durante l’attività di controllo e prevenzione del territorio, in località Villagonia, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha controllato un furgone che viaggiava in direzione Catania, con a bordo due uomini. I militari dell’Arma hanno ispezionato il veicolo, rinvenendo nel cassone un motociclo sul quale i due non hanno saputo fornire utili indicazioni circa la proprietà e la provenienza. I Carabinieri hanno pertanto approfondito le verifiche sul motociclo, rintracciando il proprietario ed accertando che aveva appena scoperto che, poco prima, il mezzo gli era stato rubato mentre era parcheggiato sulla strada prospicente l’Isola Bella. Inoltre, all’interno del furgone, i Carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro arnesi da scasso ed alcuni coltelli.
Il motociclo è stato restituito al proprietario ed i due uomini sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato e tradotti presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi, a disposizione della Procura della Repubblica di Messina.
Nella giornata di ieri, i due arrestati sono comparsi davanti al Giudice del Tribunale di Messina che ha convalidato l’arresto effettuato dai Carabinieri ed ha applicato ai due catanesi la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.