Condividi:

«Quasi 7 milioni di euro per permettere alle scuole di superare le difficoltà infrastrutturali dovute all’emergenza COVID. Un record di finanziamenti che ci attendiamo vengano utilizzati in modo proficuo da tutti i Comuni della Città Metropolitana. Ancora una volta il Governo Conte mostra tutto il suo interesse per la scuola e, in particolare, per il Sud». Così i portavoce messinesi del M5S commentano in una nota le iniziative economiche messe in campo dal Governo a sostegno delle scuole di Messina e provincia.

«Dopo i circa 3 milioni di euro erogati a Luglio, 1,8 dei quali distribuiti fra Città Metropolitana e Comune di Messina, – proseguono – il “Decreto Agosto” ha destinato altri 70 milioni di euro per aiutare le scuole a trovare nuove aule e spazi didattici. Di questi ultimi ben 3,5 arriveranno nelle casse della Città Metropolitana, dei suoi Comuni, e del Comune di Messina, fornendo una fondamentale boccata d’ossigeno agli enti responsabili degli istituti scolastici».

«Come al solito – sottolineano i portavoce – l’Amministrazione Comunale ha cercato di prendersi meriti che non esistono, dato che la procedura prevista per erogare i 70 milioni di Agosto era “a sportello” e non prevedeva alcuna valutazione nel merito delle richieste. Abbiamo già visto con i 17 milioni di euro regionali destinati agli asili, persi a causa di progetti che non hanno ottenuto il punteggio necessario, che quando l’amministrazione deve fare qualcosa in più che presentare una domanda, i risultati si dimostrano spesso fallimentari. Se il merito – concludono – è quello di aver partecipato a un bando inoltrando una semplicissima richiesta, siamo di fronte all’ennesimo caso di lavoro ordinario spacciato per miracoloso».

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.