Condividi:

Il report regionale delle ultime 24 ore registra 1.122 i nuovi positivi al Coronavirus su 7.497 tamponi processati con una percentuale del 15%. Le vittime sono 28 nelle ultime 24 ore, che portano i morti a 2.440 dall’inizio della pandemia.

I positivi sono 34.347 con un aumento di 479 attuali positivi. Negli ospedali i ricoverati sono 1249, 9 in meno rispetto a ieri: in regime ordinario 1073, (+4), in terapia intensiva 176 (+5). I guariti sono 615.

La distribuzione nelle province vede Catania 319, Palermo 223, Messina 171, Ragusa 54, Trapani 129, Siracusa 107, Caltanissetta 55, Agrigento 63, Enna 1.

 

 

 

Vicenda da irresponsabili quanto accaduto nel comune nebroideo di Capizzi, che getta nel panico la piccola comunità. Un focolaio originato da una festa privata in un locale di Nicosia, in provincia di Enna, che ha scatenato un contagio tra i partecipanti, del piccolo comune di quasi tremila abitanti. Adesso in sostanza il contagio si sarebbe poi esteso ad altre persone.

In tutto sono 53 le persone risultate positive al tampone molecolare. Dato che potrebbe crescere, considerando altri 26, già positivi al test rapido, sono in attesa dei risultati del test molecolare. Si sta ora cercando di tracciare la rete dei contatti.

Secondo il sindaco Leonardo Principato Trosso: “La situazione è molto critica. Non possiamo permetterci di sottovalutare l’emergenza sanitaria che sta modificando le nostre abitudini di vita”.

Mentre nella città del Longano, dai dati forniti dall’Usca nelle ultime 24 ore, si registrano oggi la positività di tre soggetti, di cui uno già in isolamento domiciliare in quanto a contatto stretto di già contagiato, e quattro i guariti.
Gli attuali positivi sono quindi 163. Immutata la situazione dei ricoveri ospedalieri. “In questo primo giorno del nuovo anno, – dichiara il sindaco Pinuccio Calabrò – rivolgiamo il pensiero ai nostri concittadini che ci hanno lasciato a causa del coronavirus e ai loro familiari. Auguriamo pronta guarigione a quanti sono attualmente alle prese con il virus”.

 

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.