Condividi:

L’incontro di questa mattina ha sancito ufficialmente il passaggio nella Lega del già deputato regionale Nino Beninati alla presenza in quel di Palermo del capogruppo regionale all’Ars e coordinatore provinciale Antonio Catalfamo e del coordinatore regionale della Lega On. Nino Minardo.

Insieme a loro anche l’Assessore Regionale ai Beni Culturali Alberto Samonà, il coordinatore per gli enti locali Matteo Francilia, il capo di gabinetto dell’Assessorato Avv. Nino Testa.
Nino Beninati, figura di spicco della politica messinese, è stato deputato regionale per 4 legislature sempre in Forza Italia (PDL). Nel suo ultimo mandato nella XV legislatura ha ricoperto l’incarico di Presidente della Commissione Sanità ed è stato Assessore ai Lavori pubblici. L’incarico di Assessore lo ha ricoperto più volte anche nelle precedenti legislature prima del suo ritiro volontario nel 2013. Il suo storico di consensi segna all’attivo 16.966 voti di preferenza. Ingegnere e membro attivo della società civile ha sempre fatto politica regionale e si è distinto, tra le sue azioni legislative, per la legge quadro sul turismo siciliano che porta la sua firma.
“Il nostro gruppo continua a crescere e sono molto felice di accogliere nella nostra squadra provinciale un uomo di esperienza come Nino che ha lasciato a Messina un buon ricordo della sua azione politica e civica – ha dichiarato l’On. Catalfamo – e colgo l’occasione per ringraziare il nostro coordinatore Nino Minardo che ha lavorato affinché questo passaggio fosse non solo una occasione di rilancio per la Lega a livello regionale ma perché ha creduto in questa nuova fase del nostro movimento, incentrata molto sulla credibilità istituzionale e sul ruolo dei moderati. La Lega continua a crescere nei consensi e sul territorio, segno che il lavoro che stiamo svolgendo sta dando i suoi frutti, motivandoci a proseguire in questa direzione.”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.