Condividi:

Il report sul contagio nel territorio regionale, registra 995 i nuovi positivi al Covid su 8.807 tamponi processati. Le vittime sono 26 nelle ultime 24 ore e portano i morti a 2.352 dall’inizio della pandemia.

I positivi sono 33.409 con un aumento di 163. Negli ospedali i ricoveri sono 1262, 23 in più rispetto a ieri: in regime ordinario 1093 (+29) e 169 (-6) in terapia intensiva. I guariti sono 806.
La distribuzione nelle province vede Catania con 185 nuovi positivi, Palermo 225, Messina 287, Ragusa 33, Trapani 105, Siracusa 42, Caltanissetta 57, Agrigento 26, Enna 35.

Mentre nella due città più popolose della provincia, sale il tasso di positività. Nella città del Longano, nelle ultime 24 ore si registrano otto nuovi casi di positività al Covid-19. Sei sono relativi a una scuola dell’infanzia e riguardano alunni e personale.

I contagi sono tutti circoscritti dal momento che sono stati già eseguiti tutti i tamponi necessari come da protocollo sanitario. Altri due casi sono invece relativi a rientri in occasione delle festività natalizie. Cinque le persone guarite. Immutata la situazione dei ricoveri in ospedale.

Sale in maniera importante il numero dei positivi anche a Milazzo. Il report della giornata di oggi dell’Usca riporta 34 nuovi casi e undici guariti e quindi il totale adesso è di 97 persone affette dal virus. Situazione dunque delicata anche perché l’incremento si sta registrando da diversi giorni e anche nella giornata di domani sono in programma tantissimi tamponi.

Situazione di massima allerta nel comparto industriale e nelle case di riposo cittadine e del comprensorio. Il sindaco Midili ha rinnovato l’invito alla prudenza e al rispetto delle regole, dicendosi pronto ad iniziative anche drastiche nei confronti di chi continua a riunirsi nei luoghi di aggregazione cittadini senza mascherina e senza rispettare le norme anti-assembramento.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.