Condividi:

Dall’ultimo report delle ultime 24 ore, sono 284 nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 13.803 tamponi processati, con una incidenza che rimane al 2,1%. La Regione è, anche oggi, al secondo posto in Italia per numero di contagi giornalieri.

Le vittime sono state 3. La fondazione Gimbe evidenzia che nella regione nella settimana migliorano i dati dei casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (sono 158, il 24,5% in meno) e risultano in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica e terapia intensiva occupati da pazienti Covid. La percentuale di popolazione con ciclo completo di vaccinazione è pari al 21,8% a cui aggiungere un ulteriore 19% solo con prima dose. Da domani arrivano due nuove forniture di vaccini anti-Covid, per un totale di 27.900 dosi. Gli speciali furgoni di Sda consegneranno nelle farmacie ospedaliere 15.000 fiale del tipo Moderna, destinate a Palermo, e 12.900 Jannsen di Johnson & Johnson così suddivise nei centri dell’Isola: 500 a Enna, 3.200 Palermo, 1.100 Erice, 2.800 Giarre, 1.600 Milazzo, 1.000 Siracusa, 800 Ragusa, 1.100 Agrigento, 800 Caltanissetta. E domani alle 8.30, parte la vaccinazione nella sede del mercato Campagna Amica di Marsala, in via Lungomare Mediterraneo. Si tratta della prima, importante, tappa dell’iniziativa di Coldiretti che nei prossimi giorni sarà avviata anche al mercato Campagna Amica di Trapani in via Libica e in tutte le province grazie alla convenzione firmata con l’assessorato alla Sanità per la vaccinazione nei luoghi di lavoro. L’Asp siracusana ha ridotto i posti letto nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale Umberto I, da 16 a 8, e chiude due covid center degli ospedali Trigona di Noto e Muscatello di Augusta. Riattivati contestualmente i posti letto ordinari.

Intanto nella serata di ieri, arriva l’annuncio della sospensione del vaccino AstraZeneca in via cautelativa sotto i 60 anni in Sicilia. La decisione emerge da una circolare che porta la firma del dirigente generale del dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico ad interim della Regione Siciliana Mario La Rocca.

“Alla luce delle recenti notizie di stampa – si legge nella circolare a firma del direttore del Dasoe (Dipartimento Attività Sanitaria e Osservatorio Epidemiologico) della Regione Siciliana Mario La Rocca – relative alle posizioni assunte dal presidente del Comitato tecnico scientifico, in riferimento al bilancio rischi-benefici, circa la somministrazione del vaccino Vaxzevria (di AstraZeneca) ai soggetti di età inferiore ai 60 anni, e in attesa di un pronunciamento ufficiale da parte del medesimo organo, si dispone in via cautelativa la sospensione con effetto immediato della somministrazione del vaccino AstraZeneca a tutti i cittadini di età inferiore ai 60 anni”. Il riferimento s’intende alla somministrazione delle prime dosi perché, scrive La Rocca, “resta ferma, tuttavia, in assenza di evidenza scientifica contraria, la possibilità di procedere con l’inoculo della seconda dose di vaccino a quanti ne abbiano diritto”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.