Condividi:

Sarà aggiornato e integrato il Piano di caratterizzazione ambientale, poi analisi e modelli con una prima identificazione degli interventi di bonifica. Mega: “Riqualificazione di questa area è un obiettivo strategico dell’AdSP”. Gallo: “Affianchiamo l’istituzione con il lavoro tecnico per raggiungere risultati”. Floridia: “Zona Falcata gioiello dal valore inestimabile da restituire ai messinesi”.

Un nuovo impulso per la riqualificazione della zona Falcata di Messina, con il potenziamento delle basi tecniche e scientifiche necessarie alla sua bonifica: con questo obiettivo l’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto ha siglato con Sogesid, Società “in house” dei Ministeri della Transizione Ecologica e delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, una convenzione incentrata sulla caratterizzazione ambientale delle zone A, B e D di questa area situata all’ingresso del porto di Messina, alla cui punta è eretta la stele della Madonna della Lettera.

Dopo la firma dell’atto, per approfondirne gli obiettivi si è svolto in mattinata nella sede dell’Autorità di Messina un incontro con gli organi di informazione alla presenza del Presidente Mario Paolo Mega, del Presidente e Amministratore delegato di Sogesid Carmelo Gallo e del Sottosegretario di Stato Barbara Floridia.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.