Condividi:

Da lunedì 6 dicembre rafforzamento dei controlli anche nei vari comuni del messinese. Ad essere interessati mezzi pubblici e luoghi di ritrovo (ristoranti, pizzerie, pub), eventi all’aperto, alle cerimonie civili e religiose.
E’ quanto deciso dopo la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica della Prefettura di Messina che ha coinvolto i sindaci dei principali comuni.
Un piano operativo quello elaborato dal prefetto che prevede controlli strategici nei locali (sia ai clienti, sia al ristoratore per verificare il rispetto delle norme sulla verifica delle certificazioni); negli spettacoli all’aperto organizzati in occasione delle festività natalizie; nei luoghi di aggregazione, in piscine, palestre, centri benessere; sagre, fiere, convegni; centri culturali; feste conseguenti a cerimonie civili o religiose.
Pattuglie di carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia locale opereranno dei controlli a campione sul possesso della certificazione verde per accedere in determinati luoghi, ma anche sul rispetto del divieto di assembramento e sull’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto così come previsto dall’ultima ordinanza del presidente della Regione, Musumeci.
Le violazioni saranno sanzionate con ammende da 400 a 1.000 euro e la possibilità, dopo due violazioni – commesse in date diverse – della chiusura dell’esercizio o dell’attività da uno a dieci giorni.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.