Condividi:

Splendido risultato per il club sportivo barcellonese diretto dal Maestro Giuseppe Sottile, unica società siciliana a partecipare al prestigiosissimo Open Internazionale, svoltosi il 7 e l’8 novembre a Varazdin, in Croazia.

A conquistare il terzo posto, e dunque la medaglia di bronzo, il bravissimo Mario Bucolo, giovane promessa del taekwondo italiano. Mario, nella categoria 63 kg, dopo aver fatto fuori l’atleta croato, al primo turno, l’atleta della nazionale d’Israele al secondo ed il fortissimo atleta nazionale spagnolo con un secco 6 a 0 al terzo turno, cede di misura in semifinale contro il durissimo tedesco Malik Gulec, complice anche la stanchezza per la dieta forzata per entrare in categoria.

Bronzo a parte, eccellente la prestazione di quasi tutti i componenti del Team barcellonese, composto: dai cadetti Michele Recupero, che vince il primo incontro e si ferma ai quarti contro il bravissimo danese Tobias Hittel, vincitore della categoria; Tindara Puliafito, che pur perdendo dimostra grande carattere contro l’esperta atleta della nazionale israeliana, parecchi centimetri più alta; e dagli juniores Simone Caliri, atleta talentuoso, che, nella categoria 48 kg, dopo aver superato brillantemente il nazionale polacco, deve arrendersi al fortissimo atleta della nazionale belga, che nell’ultimo anno ha collezionato una seria impressionante di vittorie; Antonio De Gaetano, nella 51 kg, che, ancora cintura rossa, e pur essendo alla prima esperienza internazionale, si dimostra combattente di razza, vincendo il primo combattimento contro l’atleta greco e arrendendosi di misura contro il più esperto tedesco Osmanhan Gokce, al quale ha dato filo da torcere fino all’ultimo secondo.

Escono al primo turno invece, Francesco Puliafito, coriaceo e instancabile, autore – come sempre – di una buona prestazione e Michele Fugazzotto, atleta promettente ma ancora poco esplosivo.

Esprimono grande soddisfazione il presidente Carmelo Monforte ed il Direttore Tecnico, Maestro Giuseppe Sottile: “Torniamo dalla Croazia con uno splendido bronzo, sei incontri vinti e la consapevolezza che il nostro club esprime un TAEKWONDO di altissimo livello. Il risultato ottenuto va visto nel contesto di un tornei internazionale di serie G1 ( cioè quelle gare che danno punteggio per il ranking per la partecipazione alle olimpiadi), una delle competizioni più prestigiose in Europa, che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 1500 atleti provenienti da ogni parte del mondo, oltre a tantissime squadre nazionali. Ed è entusiasmante osservare che i ragazzi sono stati assolutamente all’altezza”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.