Condividi:

Ultimo intenso Consiglio comunale del 2015 nel comune di Terme Vigliatore, in cui nella serata di ieri si sono discussi i seguenti punti all’ordine del giorno: Lettura e approvazione verbali della seduta precedente; Deliberazione della Corte dei Conti n. 288/2015/PRSP – Provvedimenti correttivi; Mozione d’ordine presentata nella seduta del 3 dicembre dal consigliere Costantino per l’incentivazione dell’agricoltura biologica.

Da notare che l’avvio del Consiglio era previsto per le ore 19,  mentre il presidente aprendo la seduta, ha dovuto rinviare di un’ora per mancanza del numero legale, all’appello erano assenti tutti i componenti di maggioranza. Alle ore 20 viene riaperta la seduta con la lettura e l’approvazione dei verbali della seduta precedente. Subito dopo il capogruppo di opposizione ‘Insieme si può’, Carmelo Costantino, chiede l’inversione del punto sulla mozione da lui proposta riguardante l’impegno dell’amministrazione stessa nel creare in bilancio un apposito capitolo di spesa che dovrebbe aiutare i vivai nell’ incentivazione sui trattamenti biologici. Alla seduta ha preso parte anche l’assessore al ramo Tonino Giambò, il quale sul tema ha dichiarato che i vivaisti termensi fanno già molto e che il costo per il trattamento sarebbe molto elevato e che dunque l’amministrazione potrà fare ben poco. La proposta di Costantino termina con la votazione unanime con voto favorevole da parte dei consiglieri. Infine il terzo ed ultimo punto discusso è stato un argomento assai spinoso come la trattazione della delibera della Corte dei Conti. Sul punto la discussione si è concentrata maggiormente su di un aspetto importante, l’art. 194 del TUEL, che prevede come tutti i debiti fuori bilancio debbano essere riconosciuti in Consiglio comunale e votati dal singolo consigliere.

Sulla questione l’amministrazione ha dichiarato che i debiti pregressi vengono considerati non riconosciuti. Ma a giudizio del gruppo di opposizione per legge ciò non è ammissibile.

Per ultimo è intervenuto il sindaco Bartolo Cipriano dichiarando che il Comune ha all’incirca 5 milioni di debiti ma la situazione è sotto controllo, ed insieme all’assessore al bilancio Crisafulli si sta provvedendo a trovare un soluzione possibile per ripianare i debiti. A riguardo risulta importante anche il recupero di risorse dalle tasse dei cittadini creditori anche attraverso il piano di rateizzazioni. Si è chiuso così l’ultimo Consiglio comunale a Terme Vigliatore.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.