Condividi:

Sulla crisi politica in seno al Consiglio, interviene l’associazione “Cinquesei” dissociandosi apertamente dai toni e da quanto apparso sulla Gazzetta del Sud in data 14.11.2020, riguardante la costituzione di una giunta politica.

“Sin dall’inizio di questa crisi politica, l’associazione ha sempre collaborato per una risoluzione della stessa nel più breve tempo possibile, accettando di rimettere il mandato assessoriale del proprio assessore di riferimento (Avv. Anna Elisa Imbesi) e dando ampia disponibilità a rimettere anche l’incarico di Vice Presidente del Consiglio del Consigliere di riferimento Zanghi Giovanni.

In data 14 agosto 2020 l’associazione, di concerto con i consiglieri Biondo, Calabrò, Canduci, Feminó, Mandanici, Valenti e in un secondo momento Giunta, ha sottoscritto un documento congiunto in cui con forza veniva chiesta la costituzione di una Giunta Politica, che possa ritrovarsi attorno ad una solida maggioranza ed un programma condiviso, solo ed esclusivamente per il bene del Paese di Terme Vigliatore ed i suoi cittadini.

In un periodo in cui la trattativa e le riunioni con il Sindaco si sono intensificate al fine di trovare una quadra politica attorno a quattro nomi condivisi che possano costituire la nuova Giunta Comunale noi, ancora una volta, diamo la nostra disponibilità ad impegnarci per il nostro Paese, restando fedeli a quanto dichiarato e firmato ufficialmente nel documento del 14 agosto 2020.

Ci auguriamo che in un periodo così delicato, non solo per il nostro Comune ma per l’intero Paese, si possa ragionare in maniera collettiva al fine di giungere ad una veloce risoluzione della crisi e alla costituzione di una solida Giunta Politica”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.