Condividi:

Non cambierà nulla nella sostanza ma molto nella forma, una sensibile iniziativa dell’Assessore al Verde Pubblico Michele Isgrò porrà fine a una lunga polemica sollevata nei mesi scorsi da alcuni singoli e associazioni animaliste, relativa ai cartelli di divieto per i cani posti nelle aiuole comunali e ritenuti discriminatori per la sola razza canina.

“I cartelli erano stati installati qualche anno fa per scoraggiare la cattiva abitudine, – esordisce Isgrò –  di pochi ma fastidiosi cittadini che assiduamente sostavano sulle aiuole con i loro cani, provocando buche e lasciando deiezioni.

Nulla contro i cani, precisano dal Comune, i cartelli furono scelti in difesa del bene comune, forse d’impeto con la premura di porre immediato rimedio al malcostume che stava degenerando”.

L’Assessore Michele Isgrò smorzando la polemica nell’indirizzo del quieto vivere, oggi ha disposto la rimozione del messaggio “ritenuto discriminatorio” a favore di un nuovo invito “generico” a “non calpestare le aiuole”. Non solo, sui cartelli, infatti, saranno inserite alcune frasi celebri dedicate ai fiori e alla natura, una per cartello e tutte diverse in modo da rendere più piacevole le passeggiate nelle piazze.

“La sostituzione dei cartelli non modifica alcun regolamento – precisa l’Assessore – rimane invariata l’ordinanza che vieta di calpestare le aiuole esteso a chiunque, assolutamente vietato l’ingresso ai cani come agli altri animali da compagnia nelle aree gioco per bambini, rimane l’obbligo di conduzione a guinzaglio e museruola per i soggetti irrequieti e la raccolta delle deiezioni.

Insomma l’iniziativa punta alla pacifica convivenza negli spazi verdi del bel Comune Fiorito, annulla la polemica ma rilancia l’invito al massimo rispetto di tutti nei confronti di tutti”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.